SuperAbile






In Tempo libero

Notizie


Ritorna “Scatto inSuperAbile”, il nostro concorso sulle fotografie più belle

Al via oggi la seconda edizione del nostro contest fotografico che premia i migliori scatti sul tema disabilità e lavoro. Due categorie in gara (foto singola e reportage) con sei premi in denaro: possono partecipare fotografi professionisti o amatoriali, anche con opere già edite. C’è tempo fino al prossimo 31 agosto, ecco come partecipare

25 giugno 2021

ROMA – Nuovamente ai nastri di partenza con “Scatto inSuperAbile”. Dopo l’esperienza della prima edizione, 4 anni fa, corredata da una folta partecipazione e da numerose immagini di grande valore e significato, torna il nostro concorso fotografico, pronto nuovamente a premiare i migliori scatti sul tema disabilità e lavoro. Le migliori foto e i migliori reportage saranno scelti, da una Giuria di Qualità, fra tutte le opere che saranno state inviate entro le ore 12 del prossimo 31 agosto: partecipare è semplice e possono farlo tutti, fotografi professionisti o amatoriali. L’unico limite è quello di aver compiuto 18 anni alla data di scadenza del Bando.

Il concorso, che vuole illustrare e valorizzare il tema della disabilità legato alla dimensione lavorativa, in modo da promuoverne e favorirne una corretta rappresentazione, ha per sottotitolo “dis-TRATTI dal lavoro”: un’espressione che facendo leva sul prefisso DIS (indicante la DISabilità) e richiamando i TRATTI (ovvero le caratteristiche) dell’esperienza lavorativa, intende mettere in evidenza come il lavoro, nel corso di questo ultimo anno caratterizzato dalla pandemia da Covid-19, abbia rappresentato per molte persone una benefica “distrazione”, cioè un elemento positivo in grado di attenuare o perfino di evitare l’insorgere di quegli stati d’animo negativi che l’emergenza sanitaria ha largamente generato nella popolazione. In tal senso, l’attività lavorativa si è rivelata essere una risorsa in grado di aiutare in particolare coloro che vivono una condizione di marcato isolamento sociale.

Sono ammesse a partecipare tutte le fotografie che fanno incontrare la dimensione della disabilità e il tema del lavoro in ogni sua forma e declinazione. Così, per esempio, sono le foto che hanno attinenza con il tema del reinserimento lavorativo dopo un infortunio, o che illustrano storie e situazioni di collocamento mirato (legge 68/99), o che affrontano il tema della piena accessibilità dei luoghi di lavoro. Ma possono ugualmente partecipare opere fotografiche che richiamano la dimensione della disabilità declinandola nell’ambito educativo e formativo (es. inclusione scolastica di alunni e studenti con disabilità), nell’ambito del lavoro di cura (es. ospedali, luoghi di cura, residenze, caregiver familiari), nell’ambito della formazione professionale (es. corsi di falegnameria, arte, teatro, ecc., rivolti a persone con disabilità e realizzate all’interno di centri diurni o laboratori), e così via. Più in generale sono ammesse quelle opere fotografiche che, in virtù dei richiami, anche evocativi, al tema del lavoro, si qualifichino come adatte a illustrare e a veicolare uno specifico aspetto o uno specifico momento della vita di una o più persone con disabilità (es. foto che evocano il lavoro inteso come sfida, come normalità, come strumento di realizzazione personale, ecc.).

“Scatto inSuperAbile” è distinto in due categorie, fotografia singola e fotoreportage. E’ possibile concorrere in entrambe, per un massimo consentito di tre fotografie singole e un reportage per ogni singolo partecipante. Sul Bando di Concorso e Regolamento sono disponibili tutti i dettagli: le caratteristiche tecniche delle opere, i motivi di esclusione, la modulistica relativa alle liberatorie dei soggetti terzi ritratti, le informative sul trattamento dei dati personali. Si può partecipare anche con materiali precedentemente editi, purché non siano già stati inviati in occasione della prima edizione di “Scatto inSuperAbile”.

Una Giuria di Qualità, i cui componenti saranno resi noti dopo la scadenza del bando, determinerà la classifica finale assegnando un premio in denaro di 1500 euro ciascuno agli autori delle due opere prime classificate nelle due categorie, mentre ai secondi classificati di ciascuna categoria andrà un premio di 1000 euro e ai terzi classificati di 500 euro. In totale dunque sono in palio sei premi per un totale complessivo di 6000 euro. A discrezione della Giuria potranno essere conferite menzioni d’onore alle opere caratterizzate da spiccata originalità nell’idea progettuale, negli strumenti utilizzati e/o nelle modalità impiegate per la loro concreta realizzazione.

Partecipare al concorso è molto semplice: sul sito www.scattoinsuperabile.it è possibile procedere all’invio telematico delle domande di partecipazione, con il caricamento delle fotografie, corredate da apposita descrizione, e di tutti gli altri documenti necessari previsti dal Bando di Concorso. La procedura guidata consente di completare l’invio e un messaggio di conferma sarà inviato all’indirizzo email di ogni partecipante. È opportuno leggere attentamente il Bando di Concorso e Regolamento ed è obbligatorio compilare tutta la documentazione richiesta. Per tutti i quesiti e le richieste di informazioni sui termini e le modalità di partecipazione è sempre possibile contattare il Call Center SuperAbile al Numero Verde 800.810.810 oppure inoltrare richiesta via email alla Segreteria organizzativa all’indirizzo superabile@inail.it.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati