SuperAbile






In Sportelli e Associazioni

Notizie


Carla Garlatti è la nuova garante dell'infanzia

Lo hanno deciso d'intesa i presidenti di Senato della Repubblica e Camera dei deputati, Maria Elisabetta Alberti Casellati e Roberto Fico. "Profilo di alta competenza e professionalità". Medicina Solidale: “Bene la nomina di un magistrato”. Gazzi: “Importante scelta, il momento è drammatico”. Unicef: "Pronti a collaborare"

16 novembre 2020

ROMA - "Il nuovo presidente dell'autorità Garante per l'infanzia e l'adolescenza è Carla Garlatti". Lo hanno deciso d'intesa i presidenti di Senato della Repubblica e Camera dei deputati, Maria Elisabetta Alberti Casellati e Roberto Fico, al termine di una procedura che ha previsto un avviso pubblico di manifestazione d'interesse. "Dopo aver vagliato con grande attenzione tutte le candidature pervenute- si legge in un comunicato diffuso da Casellati e Fico- la scelta dei Presidenti delle Camere è caduta su Carla Garlatti. Nata a Udine nel 1957, Carla è magistrato dal 1986 ed è attualmente presidente del Tribunale per i minorenni di Trieste. In precedenza ha ricoperto l'incarico di giudice nei Tribunali di Udine, Milano, Venezia e Padova, di consigliere presso la Corte d'appello di Venezia e di magistrato addetto all'Ufficio legislativo del ministero della Giustizia dal 2011 al 2016".
I presidenti di Senato e Camera commentano così la decisione: "Abbiamo scelto un profilo di alta competenza e professionalità. Siamo certi che Carla Garlatti saprà interpretare al meglio un ruolo delicato come quello del Garante per l'infanzia e l'adolescenza, ancor di più in un momento complesso come quello che il Paese sta attraversando. A lei vanno i nostri sentiti auguri di buon lavoro".

Gazzi: “Importante scelta, il momento è drammatico”. “Buon lavoro alla nuova Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, Carla Garlatti e grazie Filomena Albano che l’ha preceduta in un compito che la pandemia in corso sta rendendo ancor più difficile di quanto già non sia. Dovrà affrontare la drammatica situazione attuale, i suoi strascichi e i problemi non risolti da anni”. Così Gianmario Gazzi, presidente del Consiglio dell’Ordine degli assistenti sociali, sulla scelta dell’attuale presidente del Tribunale per i minorenni di Trieste da parte dei presidenti del Senato e della Camera dei deputati, Maria Elisabetta Alberti Casellati e Roberto Fico. “Conosciamo e stimiamo Carla Garlatti con la quale abbiamo anche collaborato nella costruzione delle nostre linee guida sui minori – spiega Gazzi - Saremo al suo fianco per quanto di nostra competenza, per rendere meno drammatiche situazioni che colpiscono l'infanzia e l'adolescenza, ancor di più in un momento complesso come quello che l’Italia e il mondo intero stanno attraversando”.

Medicina Solidale: “Bene la nomina di un magistrato”. "Auguri di buon lavoro a Carla Garlatti, nuovo presidente dell'Autorità del Garante per l'infanzia e l'adolescenza. La scelta non ha seguito logiche politiche, ma di competenza e professionalità". È quanto dichiara Lucia Ercoli, coordinatrice di Medicina Solidale e membro dell'Osservatorio per la tutela e il sostegno dei minori fragili soprattutto migranti promosso a  Roma dall'Ufficio Migrantes di Romadall'associazione "Medicina Solidalee dall'associazione "Dorean Dote". "Oggi – aggiunge Ercoli – dopo i nostri appelli al Presidente Mattarella, e ai presidenti di Camera e Senato per avere in Italia un garante infanzia competente, siamo veramente soddisfatti perché la nostra voce è stata ascoltata con una nomina che offre segnali di speranza per mettere al centro di nuovo il minore dandogli voce".

La soddisfazione dell’Unicef: “Pronti a collaborare”. “La nomina di Carla Garlatti ad Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, avvenuta a pochi giorni dalle celebrazioni della Giornata internazionale dell’Infanzia e dell’Adolescenza è un segnale molto positivo per il futuro dei bambini e dei giovani nel nostro paese”. Così Carmela Pace, vicepresidente di Unicef Italia. Che continua: “ In un periodo storico come quello attuale, caratterizzato dalla pandemia di Covid-19 che non ha fatto che mettere ancor più in luce, le disparità esistenti a livello regionale e l’impatto che esse rischiano di avere sui diritti dei bambini e degli adolescenti, è fondamentale una figura istituzionale che presidi i loro diritti, ascolti la loro voce, guardi al loro superiore interesse, promuova il loro benessere e intervenga sulleproblematiche che li riguardano”.

A nome dell’Unicef Italia – conclude - rivolgo un sentito ringraziamento ai Presidenti del Senato Alberti Casellati e della Camera Fico, per aver accolto l’appello condiviso loro dal caro Presidente UNICEF Italia Francesco Samengo, scomparso pochi giorni fa, a nominare una nuova Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, figura oggi più che mai preziosa per il futuro dei nostri bambini. Siamo pronti da subito a collaborare insieme con la Garante per il benessere delle bambine, dei bambini e dei giovani in Italia”.

Cismai: “Tanto lavoro ci attende, a partire dalle conseguenzedella pandemia”. Il Coordinamento italiano dei servizi controil maltrattamento e l’abuso all’infanzia accoglie consoddisfazione la nomina di Carla Garlatti, nuovo Garante perl’infanzia e l’adolescenza, giunta a pochi giorni dalla Giornatamondiale dei diritti dell'infanzia e dell’Adolescenza. Si legge inuna nota: “Il Coordinamento, che più volte aveva sottolineato lanecessità che si giungesse presto alla nomina, assicura pienadisponibilità alla collaborazione con l’Autorità Garante: tanto èil lavoro che ci attende, anche alla luce della preoccupantesituazione, segnata dalla pandemia da Covid-19, in cui si trovano iminori di età, in particolare quelli che vivono in condizioni difragilità. Commenta il presidente Giovanni Visci: “L’altoprofilo professionale di Carla Garlatti costituisce una garanzia peril compito importante e determinante cui è stata chiamata. Il Cismaiassicura il suo contributo per dare continuità alle collaborazionigià attivate e alle iniziative che la Garante vorrà intraprendere,a tutela delle bambine, dei bambini e dei ragazzi”.

Forum famiglie: “Confidiamo nel prosieguo dell’azione avviata dalla Garante Albano”. “A nome del Forum delle associazioni familiari auguro buon lavoro a Carla Garlatti, neo-Garante dell’Infanzia e dell’adolescenza, nominata oggi dai presidenti di Camera e Senato. Siamo grati a Filomena Albano per il prezioso lavoro svolto e confidiamo che la nuova presidente possa proseguire l’opera di sostegno alle nuove generazioni, a maggior ragione in un tempo delicato qual è quello in cui ci troviamo a vivere”. Queste le parole del presidente nazionale del Forum delle associazioni familiari, Gigi De Palo. Che aggiunge: “È un impegno quotidiano, che impatta in modo forte sulle famiglie. Già il prossimo 20 novembre, 31ma Giornata mondiale per i diritti di infanzia e adolescenza, sarà la prima occasione per rilanciare l’impegno nella tutela di bambini e ragazzi. Una sfida che profuma di futuro”.

Save the Children: "Importante segnale". “La nomina della Garante Infanzia è un importante segnale in un momento molto delicato per il nostro paese, in cui i bambini rischiano di essere i soggetti più colpiti dagli effetti della pandemia che stiamo vivendo. In Italia già prima della crisi dovuta al Covid19, un milione e 200 mila bambini vivevano in povertà assoluta e questo numero cresce ogni giorno di più, il tasso di dispersione scolastica che dopo anni di lenta erosione sta nuovamente risalendo, le disparità territoriali nell’accesso ai servizi per la prima infanzia sono spesso baratri. Pertanto, il ruolo di una figura istituzionale a tutela di bambini e adolescenti, oggi intrappolati tra crisi economica e contrazione delle opportunità educative, è quanto mai essenziale”. E' il commento di Daniela Fatarella Direttrice Generale dell'organizzazione che da oltre 100 anni lotta per salvare i bambini a rischio e garantire loro un futuro.“Siamo pronti a collaborare da subito con la nuova Garante, Carla Garlatti, alla quale va il nostro augurio di buon lavoro, e dare un contributo fattivo affinché i diritti di tutti i bambini e adolescenti nel nostro Paese, specie quelli in condizioni di maggiore fragilità e con un’attenzione anche ai minori stranieri non accompagnati, siano tutelati e venga data loro la concreta possibilità di costruire il loro e il nostro futuro. Perché il nostro Paese deve ripartire dai bambini”.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati