SuperAbile






In Sportelli e Associazioni

Notizie


“Con la lingua dei segni tutti sono inclusi”: verso la Giornata mondiale del sordo

Fino al 30 settembre la Settimana internazionale: tra le iniziative in programma in tutto il mondo, tre giorni di “festa e rivendicazione” a Roma. Tra le richieste principali c'è il riconoscimento della Lingua italiana dei segni. Sabato 29 il 60° anniversario della Giornata mondiale

28 settembre 2018

ROMA - “Con la lingua dei segni tutti sono inclusi”: è questo lo slogan e il messaggio della Settimana internazionale del Sordo, che si è aperta il 24 settembre e si chiuderà il 30. Tante le iniziative in programma in tutto il mondo: tra queste, le tre giornata di “festa e rivendicazione” organizzate a Roma dall'Ens, che culmineranno con il 60° anniversario della Giornata mondiale del sordo. Obiettivo è sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni sui diritti delle persone sorde, sulle difficoltà che ancora oggi incontrano in ogni ambito della vita quotidiana, dall’istruzione alla comunicazione, dal lavoro all’informazione, e su quanto deve ancora essere fatto per garantire loro una reale inclusione sociale. Sono state organizzate, a Roma. visite guidate accessibili in alcuni dei luoghi della cultura più importanti di Roma: dai Musei Vaticani alla Galleria Nazionale al Museo Nazionale Romano. In programma anche il Convegno “Accessibilità, inclusione e partecipazione paritaria delle persone sorde nella società” e altri momenti di condivisione, inclusione e sensibilizzazione.
 
La chiusura sabato 29, con la celebrazione del 60° anniversario della Giornata mondiale, promossa ogni anno in tutto il mondo dalla WFD - World Federation of the Deaf. La Giornata sarà l’occasione per scendere in piazza e chiedere a gran voce quei diritti che ancora sono negati alle persone sorde: primo fra tutti, il riconoscimento da parte dello Stato della Lingua dei Segni Italiana. “Riempiremo e coloreremo le strade del centro di Roma con un lungo corteo – annuncia l'Ens - che partirà alle 14 da Piazza della Repubblica e terminerà a Piazza della Madonna di Loreto. Qui verrà allestito un grande palco dove la comunità sorda farà sentire forte la sua voce contro tutti i pregiudizi e le barriere che impediscono ancora oggi la reale inclusione delle persone sorde”. Le iniziative potranno essere seguite tramite Facebook, Twitter e Instagram, con l’hashtag #GMS2018.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati