SuperAbile






In Normativa e Diritti


Incremento delle pensioni - Domanda per i titolari di pensione di inabilità (art. 2 della Legge 222/1984)

I titolari di pensione di inabilità di cui alla legge n. 222 del 1984 che presentino la domanda di beneficio entro il 30 ottobre 2020, verrà riconosciuta la decorrenza dal 1° agosto 2020, a seguito di espressa richiesta.

19 ottobre 2020

Agli invalidi civili totali, ciechi assoluti, sordi civili nonché per i titolari di pensione di inabilità lavorativa (ai sensi dell’art. 2 della Legge 222/194), a partire del 18 anni di età, è riconosciuta una maggiorazione economica di 651,51 euro per tredici mensilità.

Infatti, la Corte d'Appello di Torino ha affermato che il cosiddetto «incremento al milione» debba essere assicurato anche agli invalidi civili totali senza attendere il raggiungimento dei 60 anni di età, attualmente previsto dalla legge.

Secondo la Corte il requisito anagrafico di 60 anni è effettivamente irragionevole, in quanto le persone totalmente invalide di età inferiore ai 60 anni, si trovano in una situazione di inabilità lavorativa che non è certo meritevole di minor tutela rispetto a quella in cui si troverebbe al compimento del sessantesimo anno di età.

La Circolare INPS 23 settembre 2020, n. 107  aveva chiarito la modalità di concessione dell’incremento sia per i titolari di pensioni concesse per invalidità civile sia per i titolari di pensione d’inabilità ai sensi dell’art.2 della legge 222/194.

Nel primo caso non è necessaria la presentazione di domanda poiché la maggiorazione verrà riconosciuta d’ufficio. Nel secondo caso, ossia per i titolari di pensione di inabilità lavorativa (di cui l’art. 2, L.222/1984), per ottenere la maggiorazione è necessario, invece, presentare regolare domanda all’INPS. Per quest’ultima categoria il messaggio INPS del 9 ottobre 2020, n. 3647 fornisce le indicazioni sulle modalità di presentazione di detta domanda .

I titolari di pensione di inabilità possono presentare la domanda online, accedendo al servizio “Domanda Pensione, Ricostituzione, Ratei, ECOCERT, APE Sociale e Beneficio precoci” oppure tramite gli intermediari (patronati, Caf).

Ai titolari di pensione di inabilità che presentano la domanda di beneficio entro il 30 ottobre 2020 viene riconosciuta la decorrenza dal 1° agosto 2020, a seguito di espressa richiesta. Si rinvia al messaggio per tutti i dettagli.

Modalità di presentazione della domanda
La domanda può essere presentata, come di consueto, sia per il tramite degli intermediari che direttamente dal cittadino in possesso delle credenziali di accesso ai servizi on line disponibili sul sito www.inps.it, con riferimento ai titolari di pensione di inabilità, accedendo al servizio “Domanda Pensione, Ricostituzione, Ratei, ECOCERT, APE Sociale e Beneficio precoci”.

In seguito alla preselezione della domanda di Ricostituzione, è necessario selezionare la seguente tipologia di Prodotto:

Gruppo: RICOSTITUZIONI/SUPPLEMENTI

Prodotto: REDDITUALE

Tipo: MAGGIORAZIONE SOCIALE

Si specifica che, per i titolari di pensione di inabilità di cui alla legge n. 222 del 1984 che presentino la domanda di beneficio entro il 30 ottobre 2020, verrà riconosciuta la decorrenza dal 1° agosto 2020, a seguito di espressa richiesta.

In tal senso deve intendersi rettificato il termine di presentazione della domanda fissato al 9 ottobre 2020 dalla Circolare INPS n.107/2020.

A tale fine è necessario indicare nel campo ‘Note’ della domanda: “Richiedo il riconoscimento della maggiorazione con decorrenza dal 1° Agosto 2020”.

La lavorazione delle istanze sarà a cura delle sedi.

Invalidità civile e inabilità lavorativa
Si precisa che per i soggetti che risultino titolari sia di prestazione di inabilità ai sensi della legge n. 222 del 1984, che di prestazioni erogate agli invalidi civili totali, ciechi assoluti e sordi, la ricostituzione dovrà essere effettuata solo dopo il completamento delle lavorazioni centralizzate a favore degli invalidi civili.

Presentazione domanda di pensione d’inabilità (art. 2, L. 222/194)
Gli assicurati che intendono presentare domanda di pensione di inabilità (ai sensi dell’art. 2 della legge n. 222 del 1984),  possono chiedere la maggiorazione ed il relativo incremento unitamente alla predetta domanda, selezionando sul pannello: “DICHIARAZIONI, RICHIESTE AGGIUNTIVE, RICHIESTE PRESTAZIONI ACCESSORIE”, l’opzione “CHIEDO: l'aumento della pensione, oltre il trattamento minimo, per persone disagiate (incremento al 'milione' Legge 448/2001, art. 38) o maggiorazioni sociali”.

Coloro che hanno in corso di definizione una domanda di pensione di inabilità (ai sensi dell’art. 2 della legge n. 222 del 1984) o che hanno pendente il ricorso finalizzato all’accoglimento di detta domanda, per la quale non sia stata formulata la richiesta aggiuntiva “delle maggiorazioni e dell’incremento al milione”, possono chiedere tale maggiorazione e il relativo incremento, accedendo nuovamente alla domanda dalla propria area personale e allegando il modello AP11 “Richiesta prestazioni accessorie”,  entro la predetta data del 30 ottobre 2020, al fine di ottenere il riconoscimento della maggiorazione sociale e del relativo incremento con decorrenza dal 1° Agosto 2020.

Ulteriori precisazioni
Con riferimento al paragrafo 2 della Circolare INPS n.107/2020 , “Incremento della pensione di inabilità di cui alla legge 12 giugno 1984, n. 222”,  si precisa che, ai fini della determinazione dell’importo spettante, si deve tenere conto degli aumenti di perequazione tempo per tempo intervenuti.
 
Provvedimenti  INPS


© Copyright SuperAbile Articolo liberamente riproducibile citando la fonte. Immagine tratta da pixabay.com

di Gabriela Maucci

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati