SuperAbile






In Istruzione

Notizie


Disabilità a scuola, ecco il riparto (per il 2018) delle risorse per l'assistenza

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto di riparto relativo alle risorse del 2018: 75 milioni per regioni ed enti locali, destinati all'assistenza per l'autonomia e la comunicazione personale degli alunni con disabilità fisiche o sensoriali

30 gennaio 2019

ROMA - “Meglio tardi che mai”, è proprio il caso di dire. L'anno scolastico è quasi a metà, ma le risorse per l'assistenza personale degli alunni delle scuole superiori con disabilità fisiche o sensoriali arrivano adesso. E' stato appena pubblicato (28 gennaio) in Gazzetta Ufficiale il decreto di riparto del contributo “a favore delle regioni a statuto ordinario e degli enti territoriali che esercitano le funzioni relative all’assistenza per l’autonomia e la comunicazione personale degli alunni con disabilità fisiche o sensoriali”. Sono in tutto 75 milioni di euro, da destinare a un servizio fondamentale per alcuni studenti con disabilità.
 
La figura dell'assistente per l'autonomia e la comunicazione – lo ricordiamo - è prevista dall'articolo 13 comma 3 della legge 5 febbraio 1992 n. 104: gli enti locali, o con essi convenzionati, sono tenuti a fornire gli assistenti per l'autonomia agli alunni non autosufficienti o parzialmente non autosufficienti e assistenti per la comunicazione agli alunni con grave difficoltà di comunicazione dovuta a qualsiasi causa.
 
“Tale contributo, da considerarsi integrativo rispetto alla copertura finanziaria prevista nelle disposizioni regionali attinenti alle funzioni non fondamentali delle province e città metropolitane – si legge nell'articolo 1 del decreto – è ripartito nella misura dell'80 per cento in proporzione alla presenza degli alunni disabili, limitatamente alle scuole secondarie superiori presenti in ciascuna provincia nell'anno scolastico 2017/2018 e del 20 per cento in proporzione alla spesa media storica sostenuta dalle province per l'esercizio delle suddette funzioni nel triennio 2012-2014”.
 
Ricordiamo che, nei giorni scorsi, è stato depositato al Senato un Ordine del giorno che chiede di anticipare i tempi di questo stanziamento, affinché si garantisce che le risorse e quindi gli assistenti siano disponibili entro l'inizio dell'anno scolastico.
 
Qui lo schema di riparto, con le quote spettanti alle diverse regioni e province.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati