SuperAbile







Sessant’anni e non sentirli

17 settembre 2020

Bello lo sport paralimpico, belle le emozioni dei Giochi Paralimpici che, dopo il rinvio dell’estate scorsa, aspettiamo tutti a Tokyo nel 2021. Diventato il terzo evento mondiale per partecipazione e richiamo, la Paralimpiade celebra nei prossimi giorni un anniversario importante, quello dei sessant’anni dalla prima edizione dei Giochi, datata Roma 1960. E’ vero, allora non erano chiamati così, e solo successivamente si fecero i passi che portarono alla classificazione di Giochi Paralimpici, ma le origini del movimento mondiale sono davvero tutte lì, in quell’edizione romana di 60 anni fa con i pionieri Guttmann e Maglio a farla da protagonisti.

E’ l’occasione per capire la portata della rivoluzione culturale che anche grazie ai Giochi si è realizzata in questi sei decenni. Di come la dignità della persona con disabilità abbia avuto nello sport una sua concretizzazione, e di come a livello pubblico i Giochi siano serviti a spezzare barriere e pregiudizi. Una celebrazione, un festeggiamento. Con lo sguardo avanti, verso nuovi traguardi.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati