Agosto 2017

Visualizza la pagina 20 di SuperAbile Inail di Agosto 2017 in formato .pdf

Usa i tasti direzionali avanti e indietro della tastiera per sfogliare la rivista

Scarica la pagina in formato .pdf

Scarica l'intera rivista in formato .pdf

Scarica Adobe Reader per visualizzare le pagine in formato .pdf

  - CONTINUA DA PAGINA 20

no ancora in vita, altrimenti la situazione diventa psicologicamente pesante da sopportare. Ma è ancora troppo presto per i nostri adulti. Anche se Alessandro ce l’ha fatta: all’età di 50 anni è andato a vivere da solo nella villetta bifamiliare che condivide con il fratello».

Villa delle Rogge non è però l’unica realtà esistente in tema di autismo: altre esperienze simili sono quelle della Fondazione Fornino-Valmori, un centro riabilitativo residenziale nel forlivese da 20 posti letto, e "Casa comune" a Milano, dove due ragazze con la sindrome di Asperger convivono con altrettante studentesse universitarie (vedi SuperAbile Inail di ottobre 2014 e aprile 2016).

«Sentieri nuovi, questi come anche tutti gli altri, che aprono per le persone disabili la possibilità di progettare la propria vita, partendo dal diritto di scegliere dove vivere e con chi vivere ? commenta il presidente nazionale dell’Anffas Roberto Speziale ?. Nuove prospettive esistenziali per prevenire e contrastare i fenomeni di istituzionalizzazione in grandi strutture o di segregazione e isolamento domiciliare delle persone con gravi disabilità».

Con la casa automatizzata tutto è più facile

Il diritto di scegliere dove e con chi vivere passa anche dall’automazione della casa. In Emilia Romagna e in Puglia, per esempio, esistono i Caad: Centri per l’adattamento dell’ambiente domestico a cui ci si può rivolgere per capire quale sia la soluzione migliore quando si tratta di abbattere le barriere architettoniche o quali siano le tecnologie che facilitano l’abitare di chi sta in carrozzina, anche se tetraplegico. In altre regioni, come il Lazio e la Campania, si chiamano Centri per l’autonomia.

Molti sono dotati di appartamenti dove poter sperimentare la domotica. Ma succede anche nelle strutture sanitarie: una di queste è l’Unità spinale dell’ospedale Niguarda di Milano, in cui anche i pazienti possono imparare a recuperare progressivamente la propria indipendenza. Per saperne di più: centriausili.it. [M.T.]

21