Marzo 2017

Visualizza la pagina 39 di SuperAbile Inail di Marzo 2017 in formato .pdf

Usa i tasti direzionali avanti e indietro della tastiera per sfogliare la rivista

Scarica la pagina in formato .pdf

Scarica l'intera rivista in formato .pdf

Scarica Adobe Reader per visualizzare le pagine in formato .pdf

RUBRICHE Turismo

Aumentano gli aeroporti "autism-friendly"

Oggi il passaggio negli scali italiani non sarà più difficoltoso per le persone autistiche. Grazie al progetto "Autismo - In viaggio attraverso l’aeroporto", l’esperienza pre-volo sarà più facile e rassicurante

Francesca Tulli

Anche gli aeroporti della Capitale si sono adeguati alle esigenze dei passeggeri con autismo. Roma Fiumicino e Roma Ciampino si aggiungono alle altre sei realtà aeroportuali presenti sul territorio italiano che hanno aderito al progetto "Autismo - In viaggio attraverso l’aeroporto", avviato dall’Ente nazionale per l’aviazione civile (Enac) a partire dal 2015, con la collaborazione di Assaeroporti e altre associazioni di settore.

L’iniziativa nasce dalla consapevolezza delle difficoltà vissute dalle persone con autismo nell’ambito del trasporto aereo: scanner, luci, annunci ad alto volume e il fatto di doversi muovere in un ambiente sconosciuto possono, infatti, rappresentare delle vere e proprie barriere per chi intende mettersi in viaggio. Il progetto curato da Enac intende agire concretamente per superare proprio queste barriere, mettendo a disposizione degli accompagnatori dei passeggeri con autismo una brochure con raccomandazioni e strategie per affrontare serenamente il viaggio, ma anche offrendo a tale utenza l’opportunità di una visita anticipata nella realtà aeroportuale.

La brochure è realizzata in formato cartaceo ed è disponibile anche online sui siti dell’Enac e/o degli enti gestori dell’aeroporto; la visita va invece programmata contattando la società di gestione, per consentirle di mettere a disposizione il proprio personale specificatamente formato a far acquisire al passeggero con autismo confidenza con l’ambiente dello scalo.

L’Enac è tra le prime autorità per l’aviazione civile in Europa ad aver avviato un progetto specifico a favore delle persone autistiche. Finora gli scali italiani che aderiscono all’iniziativa sono: Bari - Aeroporti di Puglia, Milano Bergamo - Sacbo, Olbia - Geasar, Roma Fiumicino e Roma Ciampino - Adr, Milano Malpensa e Milano Linate - Sea, Napoli - Gesac.

In una seconda fase le società di gestione degli aeroporti realizzeranno una sezione dedicata all’autismo sul loro sito web, con una comunicazione diretta alle persone che convivono con questo disturbo. La cosiddetta "storia sociale" racconterà attraverso testi, immagini e contributi sonori, in modo facile e diretto, tutti i vari momenti che si susseguono quando si intraprende un viaggio aereo: dall’arrivo in aeroporto alla registrazione ai banchi check-in, dai controlli di sicurezza alla sala dedicata, dall’area commerciale alle porte d’imbarco attraverso l’utilizzo di tunnel o finger o interpista, fino all’aeroporto di arrivo. La "storia sociale" verrà personalizzata dalla singola società di gestione secondo la propria realtà specifica.

38