Anmic fa il punto sulle politiche antidiscriminazione nei confronti delle persone con disabilità

L’incontro dell’Anmic per fare il punto sulle politiche antidiscriminazione e tanti altri temi che riguardano le persone con disabilità

Approfondimenti

10-07-NOTIZIA-3.jpg

Dal 10 luglio 2024

Roma- Un incontro su tre temi fondamentali del mondo della disabilità, ma un unico obiettivo: fornire una riflessione aggiornata sui grandi mutamenti in atto sotto il profilo sociale, culturale e legislativo. A partire anzitutto dall’attuazione dell’innovativa legge delega 227 sulla disabilità che si propone di porre al centro la persona con disabilità e le sue esigenze.

La Anmic – Associazione di tutela e rappresentanza delle persone con disabilità – promuove a Roma oggi, mercoledì 10 luglio, presso Palazzo Wedekind in Piazza Colonna, un incontro durante il quale verranno presentati:

- Il Bilancio sociale Anmic, che illustra le strategie e le iniziative intraprese dall’Associazione per promuovere politiche inclusive per le disabilità e politiche sociali più adeguate. Per l’occasione la Rete associativa Anmic ha inteso “rappresentare le attività svolte nell’anno 2023 ma parimenti, in una sorta di continuità, le attività sviluppate nel corso degli anni sia a livello nazionale che territoriale per offrire a tutti i soggetti interessati- ha spiegato la Anmic- uno strumento per valutare i bisogni soddisfatti e le utilità prodotte per rispondere alle esigenze dei cittadini con disabilità destinatari della sua azione”.

- Il libro ‘Le discriminazioni nei confronti delle persone con disabilità’, a cura del Dipartimento nazionale contro le discriminazioni e per le pari opportunità dell’Associazione, che intende sensibilizzare la pubblica opinione sulle sfide quotidiane che le persone con disabilità si trovano spesso ad affrontare per esercitare i propri diritti. Ma anche sulla possibilità di combattere concretamente le varie forme di discriminazione attraverso il sostegno offerto da Anmic con il suo Contact center nazionale.

- Il libro ‘L’invalidità civile’, curato dall’Ufficio legislativo Anmic. Un volume che fa il punto sui contenuti della legge delega 227/21, la nuova normativa sulla disabilità, al fine di comprenderne i meccanismi e le possibilità di attuazione ed efficacia da parte dei soggetti istituzionali coinvolti.

Nazaro Pagano (presidente nazionale Anmic e Fand) riassume così le ragioni di questa iniziativa: “Ci troviamo oggi a un bivio, all’avvio della sperimentazione di una riforma che, a partire dal 2025, intende cambiare sia la normativa complessiva sulla disabilità che la sua stessa percezione nella società, cioè a incidere anche sotto il profilo culturale. Semplificazione delle procedure, pari opportunità, autodeterminazione e progetto di vita indipendente dovranno divenire i cardini della sua reale applicazione. Con quali tempi ed efficacia? Come Associazione di tutela e rappresentanza vigileremo su questa positiva revisione complessiva del sistema che andrà necessariamente a incidere anche su tutte le altre politiche di Welfare, un settore della nostra legislazione che è oggi molto complesso e non privo di evidenti criticità. A tale scopo ci confronteremo costruttivamente con Governo e Istituzioni coinvolte. A partire dal nostro principale interlocutore, il Ministro per le disabilità, Alessandra Locatelli, che ha assicurato la sua partecipazione al nostro incontro”.

Torna alla navigazione interna