A Rimini il 30 e 31 maggio al via due incontri organizzati dall’Associazione nazionale impianti fitness

A Rimini 30 e 31 maggio al via due incontri organizzati dall’Associazione nazionale impianti fitness . Tra i relatori il ministro dello Sport, Andrea Abodi

Approfondimenti

autostrade - andrea abodi

Dal 30 maggio 2024

Rimini- L’appuntamento con Rimini Welness, che anche quest’anno dal 30 maggio al 2 giugno, convoglierà nella cittadina adriatica tutte le principali realtà dell'universo wellness, presentando al pubblico le ultime tendenze, le innovazioni, offrendo occasioni di formazione per i professionisti e gli appassionati del fitness, benessere e sport, sarà anche un momento di riflessione e di confronto sui temi che stanno più a cuore agli operatori del settore e a chi lavora nel mondo dello sport. 
L’Associazione nazionale impianti fitness (Anif), che vanta più di 700 centri sportivi associati, e che dal 1996 è impegnata nello sviluppo dell’attività sportiva e dell’esercizio fisico a tutto tondo, organizzerà in occasione di Rimini Wellness due convegni ai quali interverranno alcune dei più importanti autorità che operano nel mondo dello sport e del sociale, amministratori locali e addetti ai lavori, per una riflessione collettiva e qualificata su due temi che, in un momento di trasformazione dell’intero movimento, meritano attenzione e un dibattito attento. 

"Questa edizione di Rimini Wellness- ha sottolineato Giampaolo Duregon presidente di Anif- ci vede coinvolti su due temi molto importanti per la nostra associazione- lo sviluppo dei rapporti istituzionali e i progetti di diffusione dello sport come farmaco naturale. Il giovedì 30 infatti abbiamo organizzato un convegno per fare il punto della situazione sullo stato della riforma e delle conseguenze nel prossimo futuro per tutti gli operatori e gli impianti sportivi italiani. Il venerdì 31 invece parleremo della prescrizione del farmaco esercizio fisico con un confronto aperto tra Regioni in merito alle Palestre della Salute, un format ormai esteso anche a piscine e impianti sportivi a tuttotondo che necessita di maggiore chiarezza e sostegno da parte delle amministrazioni locali e nazionali".

Torna alla navigazione interna