Notiziario del 28 Novembre 2023

Fish rafforza il patto federale per migliorare le politiche per la disabilità

Fish ha riunito i quadri dirigenti della federazione per affrontare obiettivi futuri per migliorare la condizione di vita delle persone con disabilità e delle loro famiglie. Una due giorni dedicata al rafforzamento del patto federale

ROMA - Fish ha riunito i quadri dirigenti della federazione per affrontare obiettivi futuri per migliorare la condizione di vita delle persone con disabilità e delle loro famiglie. Una due giorni dedicata al rafforzamento del patto federale, un momento cruciale per rendere coesa la rete associativa, per sensibilizzare sempre più la politica nazionale su temi della condizione di disabilità e contaminare l’opinione pubblica nel superare stigmi e pregiudizi nei confronti delle persone con disabilità e loro familiari ancora oggi esistenti nelle nostre comunità di appartenenza. Un'occasione in cui è stato necessario ribadire la necessità di maggiore coesione associativa necessaria per rafforzare il confronto con le istituzioni nazionali e territoriali. Molti i temi sul tavolo della discussione, dai diritti sociali e civili alla mobilità.

 

Successo per la Charity Dinner di Aism allo Sheraton Milan San Siro.

Successo per la Charity Dinner di Aism allo Sheraton Milan San Siro. Raccolti 85 mila euro da destinare a progetti di ricerca e all’assistenza di persone con forma progressiva di sclerosi multipla.

MILANO – La Charity Dinner di Aism dedicata alla raccolta fondi per la lotta alla sclerosi multipla, tenutasi al Sheraton Milan San Siro, si è conclusa con un successo travolgente. L'evento ha visto la partecipazione di numerosi ospiti, emozionanti performance musicali e momenti informativi sulla sclerosi multipla. Grazie alla generosità degli ospiti e a una ricca lotteria sono stati raccolti 85 mila euro destinati a sostenere progetti di ricerca scientifica e all’assistenza delle persone con sclerosi multipla per migliorare la loro qualità di vita. In particolare i fondi raccolti saranno destinati a sostenere i progetti sulle forme progressive di sclerosi multipla, le forme più gravi di malattia che peggiorano nel tempo e per le quali non esistono ancora trattamenti efficaci. Sono 26 mila le persone colpite da questa forma grave di sclerosi multipla nel nostro paese.

 

Danza sportiva, Mondiali di Genova: primo storico oro

Danza sportiva, Mondiali di Genova: primo storico oro. Laura Del Sere e il suo partner Andrea Barberis trionfano nel combi standard 2

GENOVA - E' di Laura del Sere la prima medaglia d'oro per l'Italia ai Campionati Mondiali di danza sportiva di Genova.

Grazie al successo su Helena Kasicka e Martin Solc, favoriti per l’oro nel combi standard 2, l'azzurra – insieme al suo partner Andrea Barberis - è entrata nella storia di questa disciplina, aggiudicandosi la prima medaglia iridata per l'Italia.

Primo successo mondiale anche per il Brasile, con David Pimentel Pontes che ha vinto la prima medaglia d'oro del Brasile ai Campionati del mondo. Nella classe 1 di stile libero, Pontes ha preceduto il ballerino turco Banis Bayraktar. Kasicka, campione europeo ed ex campione del mondo.

 

Sci di fondo, il Ten. Col Paglia copre 5,7 km nell’Ora No Limits

A Livigno si è svolta L'Ora No Limits, la sfida lanciata la settimana scorsa, presso la sede Comitato italiano paralimpico, dalla Fisip

ROMA - A Livigno si è svolta L'Ora No Limits, la sfida lanciata la settimana scorsa, presso la sede Comitato italiano paralimpico, dalla Fisip (Federazione italiana sci invernali paralimpici) che ha visto per la prima volta un tetraplegico, il Ten. Col. Gianfranco Paglia, Medaglia d'Oro al Valor Militare, rimasto gravemente ferito in Somalia esattamente trent'anni fa e capitano del Gruppo Sportivo Paralimpico della Difesa, affrontare un'ora di sciata continuativa di fondo, accompagnato a turno dai compagni di squadra sia della serie A e sia della serie B della nazionale di sci nordico, ed ha coperto 5km e 700m. L'obiettivo è stato quello di trasmettere un messaggio sociale di inclusione e di dimostrare che la disabilità non è un limite ma una risorsa per identificare i propri limiti e che possono essere superati. La sfida continuerà anche il prossimo anno fino ad arrivare alle Paralimpiadi di Milano Cortina 2026 accompagnando gli atleti della Nazionale.

Torna alla navigazione interna