Notiziario del 17 febbraio 2023

Ipoacusia, in arrivo 10 milioni di euro per la diffusione dei servizi di interpretariato in Lis e List

Firmato il decreto di riparto del 'Fondo per l’inclusione delle persone sorde e con ipoacusia',  si tratta complessivamente di 10 milioni di euro

ROMA - Il ministro per le Disabilità Alessandra Locatelli, di concerto con il ministro dell’Economia e delle Finanze e il ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, ha firmato il decreto di riparto del 'Fondo per l’inclusione delle persone sorde e con ipoacusia'. Si tratta complessivamente di 10 milioni di euro destinati alla realizzazione di progetti sperimentali per la diffusione dei servizi di interpretariato in Lingua dei segni italiana (Lis) e in Lingua dei segni italiana tattile (List) e di servizi di sottotitolazione, nonché per favorire l'uso di tecnologie innovative per la comunicazione. “Si tratta di risorse che andranno a finanziare interventi e servizi che le Regioni potranno realizzare insieme agli Enti del Terzo Settore- spiega il ministro Locatelli- per garantire la piena inclusione delle persone, migliorare la qualità della vita e l’accessibilità ai servizi. L’obiettivo è quello di garantire la continuità ai progetti già in corso e promuovere nuove iniziative attraverso servizi di interpretariato in Lingua dei segni italiana (Lis) e in Lingua dei segni italiana tattile (List), facilitando l’accesso ai servizi pubblici, compresi quelli di emergenza, e aumentando l’utilizzo delle tecnologie per abbattere le barriere dell’informazione e della comunicazione, nel rispetto della Convenzione Onu per i diritti delle persone con disabilità”.

 

Il ministro Locatelli: "Ricerca, prevenzione e diagnosi precoce sono fondamentali per migliorare le cure contro il cancro infantile"

"Ricerca, prevenzione e diagnosi precoce sono fondamentali per migliorare le cure contro il cancro infantile", lo ha scritto su facebook il ministro Locatelli

ROMA - "Il cancro infantile è una malattia subdola e devastante. Ricerca, prevenzione e diagnosi precoce sono fondamentali per migliorare le cure e dare ad ogni bambino la possibilità di crescere e vivere una vita dignitosa. Tutto questo non sarebbe possibile senza il grande supporto di tanti medici, operatori e volontari che ogni giorno affiancano le famiglie e accompagnano i bambini in un percorso complesso e delicato. Il mio abbraccio va a tutte le mamme e i papà, alle famiglie che con una forza incredibile affrontano la malattia ogni giorno, insieme ai bambini, con speranza e tanto amore nel cuore". Lo ha scritto su facebook il ministro per le Disabilità, Alessandra Locatelli, in occasione della Giornata mondiale del cancro infantile.

 

‘Dritti alla meta’, ecco il nuovo progetto di Aismme

'Dritti alla meta, percorsi di sostegno e formazione a pazienti e famiglie nelle malattie metaboliche ereditarie' è il nuovo progetto di Aismme 
 
ROMA - Biblioterapia e medicina narrativa, educazione alimentare con due contest e incontri zoom, sensibilizzazione e informazione grazie alla realizzazione di tre opuscoli informativi sulle patologie, pillole di medicina narrativa e formazione per gli operatori della salute sui temi della cura dei pazienti metabolici e per ostetriche e infermiere sullo screening neonatale esteso alla nascita nei parti domiciliari. Sono queste le molte attività previste dal Progetto proposto e realizzato dall'Associazione italiana sostegno malattie metaboliche ereditaria (Aismme) dal titolo 'Dritti alla meta, percorsi di sostegno e formazione a pazienti e famiglie nelle malattie metaboliche ereditarie'. 
 

Oltre il 75% dei cittadini con sindrome di Down vorrebbe una relazione

Sono state 3,5 milioni le persone coinvolte e sensibilizzate dalla campagna 'Just The Two Of Us' di CoorDown 

ROMA - Nel 2022 CoorDown ha deciso di occuparsi di uno dei temi più complessi e sensibili per le persone con disabilità intellettiva: avere una relazione amorosa e vivere appieno la propria sessualità. Un passo fondamentale nella difesa e promozione dei diritti delle persone con sindrome di Down, che ha dato vita a un lungo percorso di formazione e informazione su uno dei principali tabù sulla disabilità con un video dove una giovane coppia protagonista reclama la propria intimità e autonomia e con attività continuative di approfondimento. Sono state 3,5 milioni le persone coinvolte e sensibilizzate dalla campagna 'Just The Two Of Us' sulle diverse piattaforme digitali a un anno di distanza dal lancio mondiale, generando discussioni sui social e interesse in tutto il mondo con un impatto sull'opinione pubblica davvero significativo. Un messaggio forte e dirompente a cui hanno risposto oltre 25mila persone che hanno visitato e approfondito la tematica sul sito della campagna attraverso risorse e Faq. 

Torna alla navigazione interna