SuperAbile







Calcio a 5 B2/3: la Asd Cit Turin conquista la Coppa Italia 2017

Decisiva la vittoria in finale contro la Invicta Pesaro 2001. Mirko Alagna, dirigente responsabile della formazione piemontese: "Il ciclo vincente del Pesaro è stato interrotto dai nostri splendidi ragazzi"

28 giugno 2017

ROMA - E' la Asd Cit Turin ad alzare la Coppa Italia 2017 di calcio a 5 B2/3. Il verdetto è emerso sabato 24 e domenica 25 giugno a Silvi Marina, in Abruzzo, teatro delle gare valide per la Final Four. Invicta Pesaro 2001, Noived Napoli, Pol. Francolino Football Ferrara e Cit Turin Lde le formazioni che si sono affrontate sul parquet del Palasport "Pala Piomba".
 
Nella prima semifinale, il Torino si è imposto sulla Pol. Francolino Football Ferrara con il punteggio di 7 a 4, mentre il Pesaro ha superato il Napoli a seguito dell'inferiorità numerica della squadra partenopea, che l'ha costretta ad abbandonare la competizione.
 
Si è arrivati quindi alla finalissima tra la Asd Cit Turin e l'Invicta Pesaro 2001, una gara che non ha tradito le attese della vigilia e che ha visto grandissimo protagonista il giovane Mattia Deramo. Il bomber del Torino, già in odore di Nazionale, realizza le due reti che portano le due squadre al riposo. Nella ripresa la reazione dei marchigiani, che con Antonio Del Canto e Massimiliano Raviele riportano il match in parità. A pochi minuti dalla fine, però, un tiro del solito Deramo regala al Torino la rete del vantaggio. Gli ultimi minuti di gioco passano senza che il Pesaro riesca a impattare la gara e così, al fischio finale, è la squadra di coach Cabizzosu a festeggiare.
 
Mirko Alagna è il dirigente responsabile della Asd Cit Turin: "Il ciclo vincente del Pesaro è stato interrotto dai nostri splendidi ragazzi e da tutta la squadra - esordisce - un plauso al Mister Francesco Cabizzosu, che in questo ultimo anno ha saputo dare al roster un gioco efficace e altamente tecnico, valorizzando le risorse di tutti i giocatori". "Nella sfida della prima giornata, quella contro il Pol. Francolino Football Ferrara, la squadra ha dimostrato una buona vivacità in attacco, anche se si sono viste alcune amnesie difensive, dovute probabilmente all'intensa calura del PalaPiomba di Silvi Marina". "Nella finale contro Pesaro, i ragazzi hanno mostrato, nella prima frazione di gioco, un'ottima difesa e un attacco lucido e concreto - spiega Alagna - che dimostrano quanto questo gruppo sia diventato, nel tempo, solido e quadrato".
 
"Nel secondo tempo ci siamo fatti rimontare ma a pochi minuti dalla fine un lampo al fulmicotone del giovane Deramo, scagliato dalla propria area, ci ha regalato la vittoria".
 
"Questa squadra è stata fondata nel 2010 da Alessandro Albano, che ora non può più far parte di questo gruppo perché passato a cecità assoluta - ricorda - la prima partecipazione al Campionato risale al 2010". "E' il quinto anno che partecipiamo ed è la prima volta che raggiungiamo un traguardo tanto importante come la conquista della Coppa Italia ed è anche la prima volta che arriviamo secondi in Campionato".
 
"Stiamo cercando di dare a questa squadra un gioco da futsal - aggiunge Alagna - è una squadra formata da giovani, oltre ai veterani, infatti, ci sono 6 ragazzi che hanno dai 19 ai 22 anni ed è grazie a questa forza e a questo mix che abbiamo ottenuto questi risultati". "Siamo un bel gruppo - sottolinea - cerchiamo di portare i ragazzi a emergere al livello di fisicità e di agonismo". "Sabato svolgeremo un piccolo allenamento tra di noi e poi spazio ai festeggiamenti - confessa - si ripartirà a ottobre o novembre con la Supercoppa Italiana contro il Fano in campo neutro, una sfida che rappresenterà il primo incontro agonistico della nuova stagione". "L'obiettivo è migliorare anche la parte più caratterizzante di questo sport, ovvero le condizioni dei palazzetti in cui si gioca, come l'illuminazione, dal momento che spesso si creano muri di luce che portano i ragazzi a non avere più i punti di riferimento e a perdere la palla". "Se riusciremo a migliorare su questo e altri aspetti allora questo sport può veramente migliorare". (a cura del Cip)
 

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati