SuperAbile






In Salute e ricerca

Notizie


L’80% degli infermieri subisce violenza, De Palma (Nursing Up): Italia incivile

“Bisogna intervenire in maniera concreta e pragmatica, non è possibile accettare che 80 infermieri su 100 vadano a lavoro con il terrore di essere in qualche modo malmenati o di subire violenze". Lo ha detto il presidente del sindacato degli infermieri in occasione del 'Primo Symposium Nursing Up'

19 ottobre 2019

ROMA - "La prima importantissima criticità che emerge è che l'80% degli infermieri che ha risposto al questionario ha dichiarato di essere stato soggetto di violenza. Questo è un fatto gravissimo, del quale non si può non tenere conto, che la dice lunga sul livello di civiltà raggiunto dall'Italia. Un Paese che vuole confrontarsi con gli altri, ma che purtroppo ci vede spesso di fronte a dati di questo tipo che sono allarmanti. Bisogna intervenire in maniera concreta e pragmatica, non è possibile accettare che 80 infermieri su 100 vadano a lavoro con il terrore di essere in qualche modo malmenati o di subire violenze di ogni tipo. Le istituzioni devono attivarsi". Lo ha detto il presidente del sindacato degli infermieri Nursing Up, Antonio De Palma, intervistato dall'agenzia Dire oggi a Roma in occasione del 'Primo Symposium Nursing Up'.
 
"Il disegno di legge Antiviolenza, voluto dal ministro della Salute precedente, Giulia Grillo- ha proseguito De Palma- non è assolutamente sufficiente. È necessario creare in ogni azienda sanitaria, questa è la nostra proposta, degli osservatori ad hoc che abbiano l'incarico di monitorizzare il fenomeno. E laddove ravvisino elementi di criticità, questi osservatori devono avere gli strumenti per chiedere ed attivare le aziende sanitarie affinché si creino dei servizi h24 di protezione del personale. Il nuovo contratto potrebbe prevedere che le aziende sanitarie creino questi servizi- ha sottolineato- Tutto sta a capire qual è la reale volontà politica e questo lo scopriremo anche a seguito della diffusione dei nostri dati, che sono veramente dirompenti".
 
Secondo il presidente di Nursing Up è infine importante soffermarsi anche su un altro elemento emerso dall'indagine: "L'11% degli intervistati ha dichiarato di subire violenza fisica e il 4% violenza con arma da fuoco. Questo non è accettabile- ha concluso- per un Paese che si qualifica come civile".

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati