SuperAbile






In Salute e ricerca

Notizie


“Io con lui”, ad Exposanità i cani che “danno una zampa” alla disabilità

Alla mostra internazionale di Bologna una dimostrazione pratica delle potenzialità della collaborazione tra uomo e amico a quattro zampe

21 aprile 2018

BOLOGNA - Sanno riportare oggetti, riescono ad aprire sportelli, a sfilare indumenti. La straordinaria abilità dei cani ci fa sorridere e ci stupisce, ma spesso può essere fondamentale per chi ha una disabilità. Ed è proprio sull'intelligenza degli amici a quattro zampe che punta il progetto Io con lui, portato avanti da NeuroCare onlus, di Pisa: a Exposanità, la mostra internazionale dedicata alla sanità e all'assistenza a Bologna dal 18 al 21 aprile, una dimostrazione pratica delle infinite potenzialità di questa collaborazione.
 
Possono accedere al progetto le persone che presentano una disabilità motoria o sordità e per le quali l'ausilio del cane possa comportare la conquista di una maggiore autonomia di vita. L'obiettivo è proprio quello di assicurare una maggiore autonomia alla persona disabile che, ed è questa la particolarità rispetto a progetti simili, viene coinvolta in tutto il percorso di istruzione del cane. Percorso che, è bene specificarlo, avviene nel rispetto totale dell'animale: non tutti sanno, infatti, che il cane, se stimolato correttamente e con un metodo premiante e non punitivo, si diverte ad apprendere nuove abilità. La situazione più semplice è l’educazione di un cucciolo, ma possono essere inseriti anche soggetti adulti, valutando la possibilità di istruire il cane che già vive in famiglia. Testimonial di questa iniziativa è l'attore e regista Renato Raimo, protagonista dello spot. Raimo sostiene il progetto fin dai suoi primi passi e lo supporta nella raccolta dei fondi. Il costo del progetto è completamente a carico dell’associazione: è richiesto solo il tesseramento iniziale.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati