SuperAbile






In Normativa e Diritti


Sordi civili - Incompatibilità dell’indennità di comunicazione

Incompatibilità e cumulabilità dell'indennità di comunicazione con altri trattamenti pensionistici concessi a titolo dell'invalidità.

3 giugno 2020

A favore dei sordi civili l'art. 4 della legge 21 novembre 1988, n. 508, ha istituito, con decorrenza 1° gennaio 1988, l'indennità di comunicazione.

L'indennità di comunicazione per i sordi civili è cumulabile con:
  • le pensioni erogate a qualsiasi titolo dall'INPS e da altri enti, per i lavoratori autonomi e dipendenti (art. 12 Legge 412/1991)
  • le pensioni dirette di invalidità per causa di guerra o di servizio (art. 12 Legge 412/1991)
  • la rendita INAIL
  • l’indennità di accompagnamento erogata dall'INAIL, dall'INPS o da altri enti
  • la pensione per i sordi civili
L'indennità di comunicazione è incompatibile con:
Solo nel caso di pluriminorazioni, l'indennità è cumulabile con:

DA PRECISARE
Incumulabilità con l'indennità di frequenza
Per quanto riguarda la cumulabilità, fra di loro, delle provvidenze economiche in favore degli invalidi civili, ciechi civili e sordi civili, il principio che emerge dalla legislazione vigente è quello della ammissibilità del cumulo, fatte salve le eccezioni espressamente previste dal legislatore.

Infatti, l'art. 3 della Legge 289/90, preclude espressamente, anche in caso di pluriminorazioni, la concessione dell'indennità di frequenza, per coloro che sono titolari d'indennità di accompagnamento per gli invalidi civili totali (100%), indennità di accompagnamento per ciechi civili (assoluti), indennità di comunicazione e indennità speciale per ciechi civili parziali (art. 3 della Legge 11 ottobre 1990, n. 289).

Resta salva la facoltà dell'interessato di optare per il trattamento più favorevole.

Scelta fra diverse provvidenze economiche opzionabili
Nel caso di incompatibilità con altre provvidenze economiche, è possibile operare una scelta fra le diverse provvidenze economiche opzionabili: è infatti data facoltà all'interessato di optare per il trattamento economico più favorevole.

NOTA
L'art. 3 della Legge 289/90, specifica chiaramente le incompatibilità dell'indennità di frequenza con le seguenti prestazioni concesse per invalidità civile, cecità civile e sordomutismo:

Art. 3. Incompatibilità
1. L'indennità mensile di frequenza è incompatibile con qualsiasi forma di ricovero e non è concessa ai minori che hanno titolo o che già beneficiano dell'indennità di accompagnamento di cui alle leggi 28 marzo 1968, n. 406, 11 febbraio 1980, n. 18, e 21 novembre 1988, n. 508, nonché ai minori beneficiari della speciale indennità in favore dei ciechi civili parziali o della indennità di comunicazione in favore dei sordi prelinguali, di cui agli articoli 3 e 4 della legge 21 novembre 1988, n. 508. Resta salva la facoltà dell'interessato di optare per il trattamento più favorevole.

PERSONE SORDOCIECHE

L'art. 2 della Legge 24 giugno 2010 , n. 107 riguardo alla cumulabilità delle prestazioni economiche, precisa:

2. Le persone affette da sordocecità, così come definite dal comma 1, percepiscono in forma unificata le indennità loro spettanti ai sensi della normativa vigente in materia di sordità civile e di cecità civile. Percepiscono altresì in forma unificata anche le eventuali altre prestazioni conseguite rispettivamente per la condizione di sordità civile e cecità civile, erogate dall'Istituto nazionale di previdenza sociale (INPS).

3. Ai soggetti che alla data di entrata in vigore della presente legge risultano già titolari di distinte indennità e prestazioni per entrambe le condizioni di sordità civile e di cecità civile, è riconosciuta l'unificazione dei trattamenti in godimento.
 

RIFERIMENTI NORMATIVI
  • Legge 21 novembre 1988, n. 508: Norme integrative in materia di assistenza economica agli invalidi civili, ai ciechi civili ed ai sordomuti (G.U. del 25 novembre 1988, n. 277)
  • Legge 31 dicembre 1991, n. 429Nuove norme in materia di indennità di accompagnamento ai ciechi civili ed ai pluriminorati (G.U. 10 gennaio 1992, n. 7)
  • Legge 11 ottobre 1990, n. 289 : Modifiche alla disciplina delle indennità di accompagnamento di cui alla L. 21 novembre 1988, n. 508, recante norme integrative in materia di assistenza economica agli invalidi civili, ai ciechi civili ed ai sordomuti e istituzione di un'indennità di frequenza per i minori invalidi (Pubblicata in G.U. 17 ottobre 1990, n. 243)
  • Legge 30 dicembre 1991, n. 412: Disposizioni in materia di finanza pubblica (G.U. del 31 dicembre 1991, n. 305)
 


  © Copyright SuperAbile Articolo liberamente riproducibile citando la fonte. 

di Gabriela Maucci

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati