SuperAbile






In Normativa e Diritti


Definizione di sordo civile

Per essere considerati sordi civili la soglia uditiva deve corrispondere ad una ipoacusia pari o superiore a 75 dB HTL - Minori di 12 anni di 60 db HTL.

20 febbraio 2019

L'art. 1 della Legge 95/2006, (in vigore dal 31 marzo 2006), sostituisce, in tutte le disposizioni legislative, il termine "sordomuto" con il termine "sordo".

L'art. 1 della Legge 381/70 (modificata dalla Legge 95/2006) stabilisce che sono considerati "sordi", agli effetti delle provvidenze economiche previste dalla legge, coloro che sono affetti da sordità congenita o acquisita durante l'età evolutiva, che abbia "compromesso" (nel testo originario veniva utilizzato il termine "impedito") il normale apprendimento del linguaggio parlato. La sordità non deve dipendere da causa di guerra, lavoro (Inail) o servizio (art. 1, Legge 381/70).

Secondo la scienza medica, il periodo dell'età evolutiva si considera da 0 fino al compimento del dodicesimo anno di età.

La modifica apportata dalla Legge 95/2006 ha riformato l'art. 1 della Legge 381/70 anche in relazione alle caratteristiche dell'apprendimento del linguaggio parlato. Infatti, nel testo originario si faceva riferimento alla ipoacusia come causa impeditiva dello stesso. La nuova norma adotta, invece, il concetto di compromissione del normale apprendimento del linguaggio parlato.
Il termine ha una connotazione più ampia dal momento che include non solo l'impossibilità dell'apprendimento, ma anche quella in cui questo sia stato ridotto o reso difficoltoso.

Requisito sanitario
Per appartenere alla categoria di sordi civili, il requisito della soglia uditiva deve corrispondere ad una ipoacusia pari o superiore a 75 dB HTL di media tra le frequenze 500, 1000, 2000 Hz nell'orecchio migliore.
Se la minorazioni dell'apparato uditivo è di grado inferiore a quello previsto per lo status di sordo o non è dimostrabile l'età d'insorgenza dell'ipoacusia, viene effettuata una valutazione come invalido civile.

Esclusivamente ai fini della concessione dell'indennità di comunicazione

La valutazione del requisito sanitario sarà diversa se si tratta di persona minore o maggiore di 12 anni:

  • qualora il richiedente non abbia ancora compiuto i 12 anni di età, l'ipoacusia richiesta è pari o superiore a 60 dB di media tra le frequenze 500, 1000, 2000 Hz nell'orecchio migliore ;
  • qualora il richiedente abbia compiuto i 12 anni, (purché sia dimostrabile l'insorgenza dell'ipoacusia prima del compimento del dodicesimo anno), l'ipoacusia deve essere pari o superiore a 75 dB.

Coloro ai quali è stata concessa l'indennità di comunicazione prima del compimento dei 12 anni, con una perdita uditiva inferiore a 75 decibel, perdono il beneficio economico se al compimento di detta età, la soglia uditiva è rimasta inferiore a 75 decibel.

L'accertamento della sordità è effettuato dalla commissione sanitaria dell'ASL.
 

RIFERIMENTI NORMATIVI
Legge 26 maggio 1970, n. 381 : Aumento del contributo ordinario dello Stato a favore dell'Ente nazionale per la protezione e l'assistenza ai sordomuti e delle misure dell'assegno di assistenza ai sordomuti (Pubblicata nella G.U. 23 giugno 1970, n. 156)

Legge 21 novembre 1988, n. 508 : Norme integrative in materia di assistenza economica agli invalidi civili, ai ciechi civili ed ai sordomuti (Pubblicata nella Gazz. Uff. 25 novembre 1988, n. 277)

Legge 20 febbraio 2006, n. 95 : Nuova disciplina in favore dei minorati auditivi (Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 63 del 16 marzo 2006)




  © Copyright SuperAbile Articolo liberamente riproducibile citando la fonte.

di Gabriela Maucci

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati