SuperAbile






In Istruzione

Notizie


Sport per persone disabili, al via un nuovo corso universitario

Un approccio interdisciplinare, che spazia dalla medicina alla pedagogia fino alle scienze motorie: nasce il corso di alta formazione dell’Università di Bologna per formare professionisti che aiuteranno le persone disabili ad avvicinarsi allo sport

2 agosto 2019

BOLOGNA – Formare professionisti specializzati nel settore delle attività motorie adattate, capaci di avvicinare le persone disabili allo sport: è questo l’obiettivo del nuovo corso di alta formazione “Sport adattato per le persone con disabilità acquisita”, promosso dall’Università di Bologna per il prossimo anno accademico. Cinque moduli, 36 ore per un totale di quattro mesi di insegnamento altamente specializzante, con un approccio interdisciplinare che spazia dalla medicina alla pedagogia speciale, fino alle scienze motorie.
 
“L’idea è nata dall’esigenza di formare nuovi professionisti che conoscano l’importanza dello sport per le persone disabili e le possibilità che esistono sul territorio – spiega Melissa Milani, presidente del Cip Emilia-Romagna e docente del modulo “Dallo sport terapia al Comitato Italiano Paralimpico: accessibilità e prospettive” –. Come Cip, abbiamo aperto diversi sportelli di consulenza paralimpica all’interno delle case della salute: ora abbiamo bisogno di personale qualificato che possa indirizzare le persone ai giusti servizi”.
 
Il corso, che avrà un massimo di 40 partecipanti, è rivolto sia al personale medico e paramedico sia a educatori, assistenti sociali e tecnici sportivi, insomma a tutti coloro che possono promuovere la buona salute delle persone disabili attraverso lo sport. “Si tratta di un corso innovativo, l’unico così specifico in Italia – commenta Milani –. Parleremo del mondo della disabilità a 360 gradi, con un particolare focus sulle disabilità acquisite, sottolineando l’importanza del gesto sportivo come strumento di riabilitazione”.
 
Cinque i moduli in cui verrà articolata la didattica: oltre a quello tenuto dalla professoressa Milani, si parlerà di “Metabolismo e nutrizione nell’esercizio fisico adattato”, “Pedagogia e psicologia dell'esercizio fisico adattato”, “Determinanti di salute per le persone con disabilità acquisita” e “Profili funzionali e percorsi riabilitativi per le persone con disabilità acquisita”. Per completare il percorso, è previsto un tirocinio all’interno di una delle società sportive che operano sul territorio nel settore della disabilità.
 
“Con l’aumentare dei servizi e dell’informazione, sono sempre più le persone disabili che si avvicinano all’attività motoria – racconta Milani –. Le discipline sono moltissime: si va dalla scherma al ciclismo, dalla danza sportiva al tiro con l’arco, dal sitting volley all’arrampicata sportiva, molto utile per la riabilitazione sia fisica sia psicologica dei soggetti che hanno subito traumi. Oltre a ottenere un miglioramento fisico, attraverso lo sport queste persone hanno l’occasione di socializzare e vivere nuove esperienze”.

di Alice Facchini

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati