SuperAbile






In Interventi Inail


Dispositivi ed ausili per la pratica di attività sportive e motorie, art.36 Regolamento protesico Inail

Per la pratica di attività sportivedegli invalidi del lavoro, possono essere prescritte protesi, ortesi, ausili

8 aprile 2019

Articolo 36  Dispositivi ed ausili per la pratica di attività sportive e motorie

Per la pratica di attività sportive possono essere prescritte protesi (di arto superiore e di arto inferiore), ortesi per l'arto superiore ed ausili (ad es. handbike, monosci, carrozzina da basket, ecc.) dalle specifiche caratteristiche funzionali e costruttive, in funzione della particolare menomazione e/o disciplina sportiva da praticare.

Inoltre, qualora ritenuto necessario, può essere prescritto l'adattamento tecnico dell' attrezzatura (ad esempio impugnatura dell'arco per tiro a segno o della racchetta da tennis, ecc.) o del mezzo commerciale (ad esempio bicicletta) utilizzata per la pratica dell'attività sportiva.


In questo ultimo caso, gli adattamenti tecnici possono riguardare solo interventi finalizzati a rendere più efficiente e confortevole la postura (ad esempio modifiche del sellino, della pedivella, del manubrio in una bicicletta) da adottare sul mezzo sportivo.

Nel caso di pratica di attività sportiva sia agonistica che non agonistica, è possibile la prescrizione di un dispositivo tecnico/ausilio specifico per lo sport, previa presentazione dell'iscrizione alla società sportiva.
Per la pratica di attività motorie è prescrivibile un dispositivo tecnico/ausilio specifico per l'attività prescelta, sentito il parere del funzionario socio-educativo che ne verifica l'utilità ai fini socio-ricreativi.

E' possibile la prescrizione di un secondo dispositivo tecnico/ausilio per una sola seconda attività sportiva (ad esempio: una protesi di arto inferiore per lo sci ed una per la corsa) purché questa richieda caratteristiche costruttive e/o funzionali diverse da quelle del dispositivo tecnico/ausilio dato in dotazione per la prima attività sportiva.

Le modalità di autorizzazione per la fornitura di questo dispositivo tecnico/ausilio sono analoghe a quelle sopra stabilite per la particolare tipologia di attività sportiva.

Solo nel caso di attività sportiva agonistica può essere prescritto un ulteriore dispositivo utilizzabile per gli allenamenti o per l'avvio all'attività.

Le modalità di rinnovo per i dispositivi tecnici/ausili per attività sportive sono quelli previsti dall' art. 20.

I tempi minimi di rinnovo per i dispositivi tecnici/ausili sia per attività agonistiche, non agonistiche o motorie sono quelli indicati nell' allegato 4.

Sono sempre a carico dell'assicurato le spese relative all'acquisto dell'attrezzatura e dell'abbigliamento per la pratica dell'attività sportiva ed, inoltre, i costi d'iscrizione alla società sportiva e per la partecipazione alle gare.

Indice Regolamento Protesico

Per Approfondire

  • Centro Protesi Inail Vigorso di Budrio: Servizio di Informazione ed Orientamento all'attività sportiva

Nota:Circolare n. 61 del 23 dicembre 2011, Art. 36 (Dispositivi ed ausili per la pratica di attività sportive e motorie)
In considerazione dell'importanza che le attività sportive e motorie rivestono nel recupero dell'integrità psico-fisica della persona con disabilità, si è provveduto a disciplinare la possibilità di prescrivere dispositivi ed ausili per l'espletamento di tali attività con un apposito articolo.
La novità contenuta nell'art. 36 è rappresentata dalla possibilità di prescrivere un secondo dispositivo tecnico/ausilio per una seconda attività sportiva.
Per quanto concerne, poi, l'adattamento tecnico dell'attrezzatura (ad esempio impugnatura dell'arco per tiro a segno o della racchetta da tennis, ecc.) o del mezzo commerciale (ad esempio bicicletta) utilizzati per la pratica dell'attività sportiva, nel Regolamento si è precisato che tale adattamento può riguardare solo interventi finalizzati a rendere più efficiente e confortevole la postura (ad esempio modifiche del sellino, della pedivella, del manubrio in una bicicletta) da adottare nell'utilizzo dello strumento sportivo.
Si forniscono, per un miglior orientamento tra le tipologie, le sostanziali caratteristiche che differenziano l'attività sportiva agonistica, non agonistica, motoria.
Per attività sportiva agonistica s'intende quella forma di attività sportiva a carattere sistematico e/o continuativo, organizzata dalle Federazioni ed Enti riconosciuti dal C.O.N.I. a livello nazionale per il conseguimento di prestazioni sportive di un certo livello (cfr. circolare del Ministero della Sanità N. 7 del 31 gennaio 1983).
L'attività sportiva viene definita non agonistica quando per età, categoria o tipo di competizione svolta non rientra nella definizione data all'agonismo dalla rispettiva Federazione sportiva e si differenzia dal caso precedente in quanto la finalità non prevede di conseguire "prestazioni sportive di un certo livello" (cfr. D.M.18/2/1982).
Per attività motoria s'intende quella attività fisica mirata al recupero del contatto con il proprio sé corporeo e relazionale, al miglioramento dell'autostima e del senso di gratificazione nonché alla sperimentazione dei valori etico-sociali ed allo sviluppo delle interazioni sociali.



Per ulteriori informazioni

  • numero verde superabile 800.810.810.
  • dall'estero e da mobile al numero 06 455 39 607 (il costo della chiamata è legato al  piano tariffario del gestore utilizzato)
  • scrivi all'esperto: superabile@inail.it
si informa che il Contact Center integrato SuperAbile Inail  è  anche multilingue


© Copyright SuperAbile Articolo liberamente riproducibile citando fonte e autore

immagine tratta da pixabey.com

 

di Rosanna Giovedi

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati