Dicembre 2018

Visualizza la pagina 9 di SuperAbile Inail di Dicembre 2018 in formato .pdf

Usa i tasti direzionali avanti e indietro della tastiera per sfogliare la rivista

Scarica la pagina in formato .pdf

Scarica l'intera rivista in formato .pdf

Scarica Adobe Reader per visualizzare le pagine in formato .pdf

ACCADE CHE...

Sidima: «Corsi per disability manager in tutta Europa».

Sidima, la Società italiana disability manager, è diventata ufficialmente membro di Easpd (European association of service providers for persons with disabilities). Ora la società vorrebbe diffondere la buona pratica legata al corso di perfezionamento post universitario in Disability management attivo in alcuni atenei italiani: «Vorremmo che l’Unione europea accogliesse questo tipo di formazione e tutti i membri istituissero a loro volta un corso di alta specializzazione in questo campo».

MILANO

Dal 2019 consulenza legale gratuita alle famiglie per il “dopo di noi”

Comune di Milano e Ordine degli avvocati insieme per offrire consulenza legale gratuita alle famiglie delle persone con disabilità. All’interno del Palazzo di Giustizia nascerà presto uno sportello di orientamento giuridico legato in particolare alle tematiche sul “dopo di noi” e sulla legge 112 del 2016. L’iniziativa porterà a stipulare una convenzione per la realizzazione di questo servizio e, tra la fine del 2018 e l’inizio del 2019, ci saranno a disposizione un gruppo di almeno 20 professionisti selezionati e formati per dare un primo orientamento. In caso di necessità, inoltre, i legali indicheranno il nominativo di un avvocato affinché gli utenti possano avvalersi davanti all’autorità giudiziaria.

BOLOGNA

I risultati di un anno di sport in collaborazione tra Ausl e Cip

Fare attività fisica vuol dire sentirsi meglio. Possono testimoniarlo medici, fisioterapisti, psicologi e anche le 40 persone disabili di Bologna che, nell’ultimo anno, hanno iniziato a praticare attività sportiva grazie al sostegno dello sportello “Sport e disabilità” creato dal Comitato italiano paralimpico regionale e dall’Ausl presso la Casa dei risvegli Luca De Nigris. Lo sportello offre un servizio gratuito di orientamento e accompagnamento verso le società sportive “accoglienti” del territorio: sono 44 in tutta la provincia emiliana e coprono 23 diverse discipline, dall’arrampicata al tiro al volo, dall’atletica alla canoa, dall’hockey alla pallacanestro e la pallavolo, fino al tai chi chuan e il nuoto, che rappresentano i due sport più gettonati. Lo sportello sarà replicato in tutti i distretti dell’Azienda Usl. (Foto di Augusto Bizzi)

SENZA BARRIERE

Fermo vuole diventare la prima città italiana deaf friendly

Una città amica delle persone sorde. Questo l’obiettivo di un progetto innovativo che mira a fare di Fermo, nelle Marche, la prima città italiana deaf friendly. L’idea è stata annunciata da Carlo Nofri, presidente dell’Osservatorio nazionale sulla mediazione linguistica e culturale, nonché direttore scientifico del progetto “Fermo Learning City” dell’Unesco (l’altra città dell’apprendimento Unesco è Torino). Inoltre si vorrebbe creare un nuovo corso di laurea per interpreti di Lingua dei segni, inserito nel contesto di un’intera città facilmente accessibile a studenti e persone sorde. «Una scelta non casuale, quella della città marchigiana, dove sviluppare un inedito esperimento che unisca insieme l’inclusione sociale, culturale, turistica e scolastica», ha dichiarato il professor Nofri.

8