Dicembre 2018

Visualizza la pagina 32 di SuperAbile Inail di Dicembre 2018 in formato .pdf

Usa i tasti direzionali avanti e indietro della tastiera per sfogliare la rivista

Scarica la pagina in formato .pdf

Scarica l'intera rivista in formato .pdf

Scarica Adobe Reader per visualizzare le pagine in formato .pdf

Tahreer, 24 anni, di Beita (Nablus)

«Sono stata promossa all’esame per la patente. Volevo guidare per essere più indipendente, e ho trovato una scuola guida che aveva un’auto adattata per la mia condizione di bassa statura. Ho anche messo da parte dei soldi per comprare una macchina simile. La gente del mio villaggio sarà scioccata quando mi vedrà in auto».

Hana, Lara, Basma, Ranin, Aziza, Ayya e Ahlam, di Ramallah

«Sono otto anni che danziamo la Dabka nel Deaf Club della Red Crescent Society. Il nostro coreografo Maher ci aiuta con dei gesti per tenere il ritmo. Con la Dabka possiamo mostrare alla gente che la nostra sordità non c’impedisce di fare nulla, neanche di ballare. Una delle cose più belle è che ci permette di viaggiare: ci piacerebbe farlo più spesso per poter scoprire il mondo».

Kifah, 27 anni, e Sumaya, 40 anni, due sorelle di Jenin

La più giovane ha frequentato un corso di fotografia e uno di informatica. «Ho dovuto lottare contro i pregiudizi per tutta la vita, perfino all’università. Anche se siamo in quattro a soffrire di albinismo in famiglia, i dottori non hanno mai usato questa parola. Mia sorella ha iniziato da sola a fare delle ricerche per imparare cosa significhi essere albini».

33