Dicembre 2018

Visualizza la pagina 21 di SuperAbile Inail di Dicembre 2018 in formato .pdf

Usa i tasti direzionali avanti e indietro della tastiera per sfogliare la rivista

Scarica la pagina in formato .pdf

Scarica l'intera rivista in formato .pdf

Scarica Adobe Reader per visualizzare le pagine in formato .pdf

  - CONTINUA DA PAGINA 19

via qualunque di un paesino di 3.680 abitanti: una palestra, un laboratorio sociale, un ovale che buca l’indifferenza, «una modifica, il rugby è una modifica», come direbbe Alessandro, 34 anni, capelli corvini e occhi luminosi, in procinto di incontrare la mamma per la visita giornaliera.

Primavera Rugby. A Roma adulti e adolescenti autistici imparano le regole. Al di là del fiume Tevere, un poco a destra rispetto all’obelisco fascista che funge da perno centrale del Foro Italico, corre sotto i pioppi una pista ciclabile ben tenuta. In 20 minuti ci accompagna al numero 57/B di viale Tor di Quinto, sede del centro sportivo Flaminio Real, un campo verde e soffice sopra cui prende vita il progetto “Rugby-Autismo” della società Primavera Rugby, creato nel 2012 dopo un incontro casuale con L’emozione non ha voce onlus (nata il 19 luglio 2012). L’intento, come raccontano genitori, allenatori e simpatizzanti, è lavorare attraverso l’integrazione umano-sportiva per dare voce ad adolescenti e adulti autistici, auspicando che ognuno di essi possa esprimere le sue capacità, al massimo della sua autonomia, sia in campo che nella quotidianità, favorendone un inserimento lavorativo. Bambini e ragazzi, dai 15 ai 30 anni, giocano assieme, incatenandosi l’un l’altro con abbracci affettuosi, mantenendo la fila indiana in attesa dei comandi di Aldo, ex ala della Primavera Rugby e da tre anni allenatore e sostenitore del progetto sociale.

«Come aiuta l’aggregazione lo capisci solo se ci sei dentro», spiega il giovane passando un pallone a Nando. «Malgra-

  - CONTINUA A PAGINA 21

A Roma il progetto “Rugby-Autismo” lavora su integrazione, autonomia, spirito di gruppo, potenziamento delle capacità individuali e di relazione

20