Dicembre 2018

Visualizza la pagina 18 di SuperAbile Inail di Dicembre 2018 in formato .pdf

Usa i tasti direzionali avanti e indietro della tastiera per sfogliare la rivista

Scarica la pagina in formato .pdf

Scarica l'intera rivista in formato .pdf

Scarica Adobe Reader per visualizzare le pagine in formato .pdf

  - CONTINUA DA PAGINA 18

lasciando frettolosamente spazio a una coppa di gelato alla crema e a una visita alla comunità alloggio “Casa Sentieri”, struttura domiciliare situata a San Biagio di Callalta, frazione di Olmi. Un luogo, nonostante le difficoltà, lontano dalla logica di esclusione e ghettizzazione, ma aperto al vicinato, con l’obiettivo di esserne, con i suoi utenti, parte integrante. I pomodori ammucchiati sopra un piattino concavo sono stati tagliati a quadratini da Tiziano, i piatti lavati e asciugati da Davide. Una mosca pelosa e corpulenta perfora la stanza, emettendo un rumore simile a uno schiocco di dita. Daniele, detto Tentacoli per via dei frequenti intercetti in campo, scompare in camera da letto.

«Come il rugby ha migliorato la vita dei tuoi ragazzi?», domando nuovamente a Max, seduti nell’ufficio soleggiato cosparso di scartoffie, ripiani e un pc mezzo rotto. «Ho visto persone iniziare un’attività e poi abbandonarla dopo neanche un mese. Con il rugby no, non si staccano più, ritornano volentieri. È difficile spiegarlo, sarà la terra, sarà il sentirsi parte di un gruppo, ma quando scendono in campo lo fanno con piacere, genuinamente, al di là del disagio psichico, che non li abbandona. Il rugby è una sfida anche contro sé stessi e spesso rende autonomi, accrescendo l’autostima del paziente. Alcuni di loro per esempio si somministrano i farmaci da soli, leggendo l’etichetta dalla boccettina in vetro. Uno dei tanti sogni che abbiamo è munire le Zebre Gialle di una tuta per dargli finalmente un’identità sportiva, una certa professionalità che fa vedere tutto quanto in un’ottica diversa. L’utopia è arrivare al punto di giocare a rugby normalmente, senza filtri o etichetta alcuna, semplicemente come e tra persone».

Una struttura psichiatrica con le fattezze di una casa, dispersa in una

  - CONTINUA A PAGINA 20

19