Luglio 2018

Visualizza la pagina 43 di SuperAbile Inail di Luglio 2018 in formato .pdf

Usa i tasti direzionali avanti e indietro della tastiera per sfogliare la rivista

Scarica la pagina in formato .pdf

Scarica l'intera rivista in formato .pdf

Scarica Adobe Reader per visualizzare le pagine in formato .pdf

DULCIS IN FUNDO

esperienze

“Alzheimer in lab”, un percorso multisensoriale per vivere in prima persona la realtà della malattia in casa

Sperimentare la demenza attraverso un viaggio interattivo in una casa-laboratorio. Lo propone la residenza Vittoria di Brescia, gestita da Korian Italia, grazie ad “Alzheimer in lab”. Si tratta di un percorso multisensoriale per chi vuole vivere in prima persona il sentire dei malati (stato confusionale, disorientamento, allucinazioni visive, suoni destrutturanti), proponendo allo stesso tempo esempi di arredi giusti e sbagliati.

L’iniziativa, che ripartirà a settembre anche come proposta didattica per le scuole, vuole diventare itinerante e «mira a far riflettere sulla realtà percepita dalle persone con Alzheimer», ha commentato Mariuccia Rossini, presidente di Korian Italia. E per approfondire i temi trattati, i visitatori possono anche vedere il cortometraggio del regista Marco Calvise Non temere. Il mondo visto con gli occhi dei malati si sviluppa attraverso una living room, una camera da letto e un bagno, caratterizzati da accorgimenti tecnici e terapeutici ideati per rendere ogni ambiente il più adatto e accogliente possibile a chi soffre di demenza senile. L’obiettivo è far capire come, con piccoli accorgimenti all’interno delle mura domestiche, si possa migliorare la qualità di vita del paziente. L’esposizione nasce con lo scopo di essere esportabile e replicabile nelle altre residenze del Gruppo Korian presenti in tutta Italia, ma anche in fiere e altri eventi. “Alzheimer in lab” fa parte della campagna “Spezza l’indifferenza” per promuovere una corretta informazione e sensibilizzazione sulla patologia. Per saperne di più: spezzalindifferenza.it.

42