Giugno 2018

Visualizza la pagina 31 di SuperAbile Inail di Giugno 2018 in formato .pdf

Usa i tasti direzionali avanti e indietro della tastiera per sfogliare la rivista

Scarica la pagina in formato .pdf

Scarica l'intera rivista in formato .pdf

Scarica Adobe Reader per visualizzare le pagine in formato .pdf

CULTURA

DOCUMENTARI

I lavoratori ciechi oltre gli stereotipi

«Le persone pensano che noi ciechi vediamo tutto nero. In realtà vediamo bianco e spesso anche a colori». Sono le parole di una delle protagoniste del nuovo documentario di Alessia Bottone Ritratti in controluce. Cecità, stereotipi e successi a confronto. In 50 minuti la giornalista e videomaker veronese – già autrice insieme alla collega disabile Valentina Bazzani di Vorrei ma non posso: quando le barriere architettoniche limitano i sogni – affronta i pregiudizi che ruotano intorno alle capacità lavorative delle persone con disabilità visiva, raccontando per immagini cinque storie di altrettanti ciechi.

I volti del lungometraggio hanno fra i 30 e i 75 anni e li accomuna il fatto di essere riusciti a superare gli stereotipi e a raggiungere posizioni rilevanti all’interno di aziende ed enti pubblici. Protagonisti del film, quindi, sono il sindaco di Cuneo Federico Borgna, la diversity engagement partner di Ibm Consuelo Battistelli, l’ex centralinista della Banca d’Italia Carlo Carletti, il consulente di tecnologie assistive dell’Istituto Cavazza di Bologna, Michele Landolfo, e la responsabile del recupero crediti di una filiale Unicredit Gabriella Ferri.

«Hanno dimostrato che possono avere esattamente le stesse mansioni dei colleghi senza una disabilità visiva. È chiaro che non potranno più guidare un’auto ma per il resto, con gli strumenti adatti, non ci sono problemi: bastano tool come una barra Braille, un documento cartaceo scansionato e letto con la sintesi vocale», sottolinea la regista. Gli stessi strumenti che potrebbero aiutare, a scuola, gli insegnanti di ragazzi che stanno perdendo la vista: «Basta conoscerli».

Ora la speranza di Alessia Bottone è che il film possa arrivare agli addetti ai lavori e raggiunga, «per esempio, chi seleziona il personale nelle aziende, negli enti, i sindacalisti e che sia utile a chi, nel mondo del lavoro, si trova a scontrarsi con gli stereotipi».

Presentato in anteprima a Verona il 23 maggio, il documentario – sottotitolato ed accessibile alle persone cieche grazie all’audiodescrizione – è visibile sul canale Vimeo della regista. La pellicola è stata realizzata con il sostegno di Fondazione Giorgio Zanotto di Verona e il patrocinio dell’Unione italiana ciechi e ipovedenti della città scaligera. [Benedetta Aledda]

Presentato in anteprima a Verona lo scorso maggio, il documentario Ritratti in controluce. Cecità, stereotipi e successi a confronto è sottotitolato e accessibile alle persone cieche grazie all’audiodescrizione. Attualmente è visibile online, sul canale Vimeo della regista, all’indirizzo: vimeo.com/267316722

30