Aprile 2017

Visualizza la pagina 41 di SuperAbile Inail di Aprile 2017 in formato .pdf

Usa i tasti direzionali avanti e indietro della tastiera per sfogliare la rivista

Scarica la pagina in formato .pdf

Scarica l'intera rivista in formato .pdf

Scarica Adobe Reader per visualizzare le pagine in formato .pdf

MISCELLANEA

hi-tech

Nasce il primo smartwatch con display in Braille

Si chiama Dot watch ed è il primo "orologio intelligente" in Braille. Si connette allo smartphone via Bluetooth (come qualsiasi altro smartwatch) e può ricevere qualunque testo da qualsiasi applicazione o servizio (da Messenger alle indicazioni di Google Maps). I non vedenti possono anche inviare sms utilizzando i pulsanti sul lato. Dot supporta poi la open Api, il che significa che chiunque potrà sviluppare o adattare l’interfaccia di programmazione delle applicazioni. Lo smartwatch, realizzato da un’azienda sudcoreana, sta entrando in produzione grazie al supporto di circa 140mila sostenitori (tra cui vi è anche Stevie Wonder). Per ora c’è solo la versione in inglese o coreano, ma sono già in cantiere altre lingue tra cui l’italiano. Il prezzo? Circa 300 euro. Informazioni su: dotincorp.com.

food

La pizzeria solidale di Napoli con il video-menù in Lis

Dopo il menù in Braille, ecco quello in lingua dei segni. In pratica, la descrizione dei piatti avviene con un video in Lis caricato su un tablet o su una piccola tv all’interno del locale. Succede nel ristorante pizzeria "Franco" di Napoli, nei pressi della stazione centrale, grazie alla collaborazione con la sezione locale dell’Ens (Ente nazionale sordi). «Avevamo dei clienti non vedenti e non ci pareva il caso che fossero gli accompagnatori a dover leggere loro le portate del giorno», spiega il proprietario Francesco Gallifuoco. Poi è toccato alle persone non udenti. Altra novità, in partnership con le Acli (Associazioni cattoliche lavoratori italiani), i "lunedì della famiglia" dedicati ai nuclei con ridotte possibilità economiche con la formula: pizza più cinema offerti da "Franco". [Maria Nocerino]

concorsi

A Miss Mondo la bellezza arriva in carrozzina

Un successo per tutte le donne. Justine Clarke è la prima modella in carrozzina ad aver partecipato alle selezioni per Miss Mondo Australia. La giovane 26enne dai lunghi capelli biondi, la carnagione abbronzata e il sorriso impeccabile, rompendo tutti i tabù, ha sfilato su una delle passerelle dei concorsi di bellezza più ambiti del pianeta. «Vorrei essere un modello per le giovani donne che non si sentono belle e vorrei che le sfilate fossero un luogo giusto e inclusivo per tutti ? ha dichiarato alla stampa australiana ?. Una carrozzina, così come la diversità o la forma fisica, non definisce né limita i canoni di femminilità e bellezza». Dalla vittoria nello Stato di Adelaide, Justine Clarke è riuscita ad arrivare fino all’ultima selezione; poi la giuria, per la finalissima del prossimo dicembre, ha preferito un’altra candidata. Ma lei non vuole assolutamente gettare la spugna: ritenterà di nuovo la sfida nell’edizione 2018. Intanto è l’unica indossatrice disabile ad avere preso parte a un concorso di bellezza così ambito e prestigioso, mentre continua il suo impegno a fianco delle associazioni che aiutano i bambini bisognosi: Variety e Beauty with a purpose. (Foto: Tracy Teague)

40