Gennaio 2017

Visualizza la pagina 29 di SuperAbile Inail di Gennaio 2017 in formato .pdf

Usa i tasti direzionali avanti e indietro della tastiera per sfogliare la rivista

Scarica la pagina in formato .pdf

Scarica l'intera rivista in formato .pdf

Scarica Adobe Reader per visualizzare le pagine in formato .pdf

TEMPO LIBERO Altri movimenti

La bellezza della disarmonia

"Ipotetica&" è un percorso formativo per attori, danzatori, persone disabili e operatori del settore socio-educativo, culturale o artistico che operano a stretto contatto con la disabilità e che coinvolge anche l’Università di Bologna

Michela Trigari

Pratiche e didattica per un corpo consapevolmente imperfetto, alla ricerca di movimenti differenti. Perché esiste una poetica fisica, un’anatomia sensoriale e un itinerario non verbale anche nei contesti più sensibili, come quelli che si intersecano con la disabilità, che spesso rovesciano le prospettive delle arti performative. Ecco spiegato allora il significato di "Ipotetica&", un corso di formazione di teatro danza integrato che da gennaio a dicembre 2017 coinvolgerà, a Bologna, danzatori, attori, persone disabili e operatori del settore socio-educativo, culturale o artistico che lavorano a stretto contatto con la disabilità motoria, sensoriale e intellettiva. Un percorso articolato in undici moduli (circa un weekend al mese più una residenza artistica di quattro giorni) in cui danzattori disabili e non, coreografi, registi teatrali, psicologi, fisiatri e docenti del dipartimento di Scienze dell’educazione dell’Alma Mater porteranno i partecipanti ad abbandonare la percezione comune del corpo, del linguaggio e della parola. «Il metodo adottato sarà quello del "Corpo poetico", una pratica di danza/teatro basata sull’integrazione sociale e artistica portata avanti da Anna Albertarelli e Roberto Penzo nei loro laboratori con persone disabili e non, in sinergia con la metodo-

 - CONTINUA A PAGINA 29

28