Dicembre 2013

Visualizza la pagina 58 di SuperAbile Inail di Dicembre 2013 in formato .pdf

Usa i tasti direzionali avanti e indietro della tastiera per sfogliare la rivista

Scarica la pagina in formato .pdf

Scarica l'intera rivista in formato .pdf

Scarica Adobe Reader per visualizzare le pagine in formato .pdf

RUBRICHE Senza barriere

Daniela Orlandi

Design for all. Presentato a Berlino un nuovo manuale

La pubblicazione è stata voluta dalla rete europea per l’accessibilità coordinata dal centro Info Handicap del Lussemburgo. L’obiettivo? Diffondere una filosofia progettuale ancora poco applicata a livello locale 

Si intitola Design for All – From theory to practice (Progettare per tutti – Dalla teoria alla pratica) la nuova pubblicazione dell’European concept for accessibility, la rete europea coordinata dal centro nazionale di informazione e incontro Info Handicap del Lussemburgo, diretto da Silvio Sagramola. Presentato lo scorso 7 novembre a Berlino, nella versione inglese e tedesca, il manuale intende spiegare come dovrebbe essere una consulenza corretta, basata sul concetto del design for all. L’esigenza nasce dall’aver constatato che, sebbene a livello internazionale la filosofia progettuale dell’universal design guadagni sempre maggiori consensi, a livello locale vi è ancora scarsa conoscenza in materia: le interpretazioni sono inesatte o del tutto erronee, e il termine design for all finisce per avere significati e criteri progettuali da adottare completamente diversi da territorio a territorio. 
La scelta di Berlino, poi, non è stata casuale. La città vanta infatti due importanti riconoscimenti a livello europeo in questo campo: l’Access City Award 2013 e lo Schindler Award 2012, quest’ultimo vinto dalla Technische Universität. A oggi il manuale Design for All – From theory to practice, subito dopo la sua presentazione a Berlino, è disponibile sul sito dell’Eca dal quale può essere scaricato liberamente.

C’è ancora molta strada da fare, ma tanto è stato fatto in questi anni. Le origini della rete EuCan-European concept for accessibility network risalgono infatti al 1985, quando l’European Commission’s Bureau for action in favour of disabled people (il presente Dgv) pubblica uno studio sullo stato dell’accessibilità negli Stati membri della Commissione europea. Nel 1996 viene elaborato l’European manual for the accessibility, relativo all’ambiente costruito, evoluto poi nel European concept for accessibility adottato nel 1996 in una conferenza a Doorn in Olanda, grazie a un finanziamento dalla Commissione europea nel programma Helios II. Nel maggio 1999 il Luxembourg disability information and meeting centre prende l’incarico di coordinamento dell’European concept for accessibility. Nel 2003 viene pubblicata una versione Eca aggiornata chiamata Eca – Technical assistance manual e nel 2008 la brochure Eca – Eca for administrations. Il nuovo documento Eca – From theory to practice segna di fatto un passo in avanti nel percorso per una corretta applicazione su scala internazionale dei principi del design for all. Per maggiori informazioni e aggiornamenti: Eca.lu.

59