Dicembre 2013

Visualizza la pagina 53 di SuperAbile Inail di Dicembre 2013 in formato .pdf

Usa i tasti direzionali avanti e indietro della tastiera per sfogliare la rivista

Scarica la pagina in formato .pdf

Scarica l'intera rivista in formato .pdf

Scarica Adobe Reader per visualizzare le pagine in formato .pdf

Ragazzi

Quando Jeffrey ebbe la leucemia

Jordan Sonnenblick
I 10 mesi che mi hanno cambiato la vita
Giunti 2013
pagine 192, euro 8,90 da 11 anni

«Mio fratello ha il cancro. Ragazzi, se volete zittire all’istante un bel gruppo di adulti, evidentemente “Mio fratello ha il cancro” è il segnale in codice giusto. Quelli sono rimasti a fissarmi in silenzio per più di 15 minuti. Beh, forse è un po’ esagerato, ma avete capito». Lieve, scanzonato, accorato, I 10 mesi che mi hanno cambiato la vita dell’americano Jordan Sonnenblick arriva in Italia tradotto da Giunti, dopo il grande successo riscosso in patria. Il protagonista è Steven, un tredicenne come tanti altri, con una passione sfegatata per la batteria, una cotta per la ragazza più affascinante della scuola e un fratellino rompiscatole che, oltre a essere bello come un angioletto, ha il difetto di vedere lui, il maggiore, come un eroe.
La quotidianità di questa normale famiglia americana è però destinata ad andare in frantumi il giorno in cui si scopre che il piccolo Jeffrey ha la leucemia. Da quel momento tutto cambia e Steven è costretto a crescere più in fretta di quanto avesse previsto. Ogni settimana la mamma porta Jeffrey in un centro specializzato di Filadelfia e Steven rimane solo con un padre ammutolito dalla situazione, il suo iPad e il fedele microonde.
In questa situazione dovrà fare appello a tutte le sue risorse individuali per trovare in se stesso la forza non solo di non perdere la bussola, ma anche di aiutare suo fratello, che continua imperterrito a contare su di lui. Americano nello spirito e nello stile, il romanzo di Sonnenblick ha il pregio di affrontare un tema forte come quello della malattia nell’infanzia dal punto di vista di un fratello: di un sibling, come si dice oggi per indicare coloro, che dopo i genitori, più risentono della presenza di una persona malata o disabile in famiglia. Sentendosi, a volte, trascurati protagonisti di una storia ancora tutta da scrivere. [A.P.]

Salvatore Pignatelli ha lavorato da 11 anni per tanti anni nel campo della riabilitazione. Operando prevalentemente con bambini con vari gradi di disabilità. Dalla sua esperienza di vita nasce il volume Il bambino con gli stivali, sottotitolo Una favola sulla disabilità per scavare nelle coscienze dormienti, pubblicato dal Centro volontari per la sofferenza (pagg. 100, euro 12). Il protagonista, un bambino senza gambe, viene rifiutato dalla mamma e allevato da una famiglia semplice. Fino a quando si scoprirà che è dotato di un singolare talento musicale. Che lo esporrà al centro di rocambolesche avventure, compreso un rapimento finalizzato allo sfruttamento commerciale della sua deformità e delle sue capacità artistiche. [A.P.]

Ragazzi

Rivoletto, spazio alla fantasia

Sara Carpani
Rivoletto
Elis Colombini 2013
pagine 28, euro 15 da 11 anni

Una favola dedicata a tutti i bambini malati di emofilia, un deficit che non permette la coagulazione del sangue. Rendendo i piccoli più delicati: basta una botta da nulla per creare ematomi e, in caso di caduta, sono più a rischio di emorragia cranica. Nasce da un’esperienza personale Rivoletto, racconto in chiave fantastica del percorso di cura per contrastare la malattia. Autrice del volume Sara Carpani, mamma di un bambino emofiliaco, che ha scritto e illustrato un testo pubblicato dall’editore modenese Elis Colombini.
La storia è ambientata nel regno dei dardagnoli, minuscoli numi che vivono ai bordi dei corsi d’acqua. La pace del regno è improvvisamente turbata dalla scoperta che il piccolo Rivoletto soffre di uno strano male: lividi, bernoccoli, ferite che stentano a guarire. Di qui l’inizio di una battaglia, lunga e difficile, che si conclude con la sconfitta del male e il ritorno della pace e della serenità. [A.P.]

52