Dicembre 2013

Visualizza la pagina 41 di SuperAbile Inail di Dicembre 2013 in formato .pdf

Usa i tasti direzionali avanti e indietro della tastiera per sfogliare la rivista

Scarica la pagina in formato .pdf

Scarica l'intera rivista in formato .pdf

Scarica Adobe Reader per visualizzare le pagine in formato .pdf

SPORT Verso le Paralimpiadi invernali

Sul ghiaccio di Sochi

La nazionale di ice sledge hockey punta a un risultato prestigioso, quella del curling manca per un soffio la qualificazione. La difficile realtà di due discipline confinate al nord ma affascinanti per tutti

Stefano Caredda

« A Sochi possiamo giocarcela con chiunque». Ci sono arrivati più tardi del previsto ma, ora che ci sono, gli azzurri della nazionale di ice sledge hockey vogliono divertirsi il più possibile: nella località russa sul Mar Nero, dove a marzo andrà in scena l’edizione invernale delle Paralimpiadi, l’obiettivo è quello di arrivare fra le prime cinque formazioni del mondo, giocandosi le proprie possibilità partita dopo partita, senza mettere limiti alle previsioni. La squadra, sesta agli ultimi mondiali, ha staccato il biglietto della qualificazione a Sochi solo nell’ottobre scorso, a Torino, nel torneo che assegnava gli ultimi tre posti a disposizione: ora le speranze sono rivolte alle prime tre gare dei Giochi invernali, che metteranno gli azzurri di fronte alla Corea, alla Russia padrona di casa e agli Stati Uniti campioni paralimpici in carica grazie all’oro conquistato a Vancouver 2010. Dall’altra parte del tabellone ci saranno Canada, Norvegia, Repubblica Ceca e Svezia. 

40