Dicembre 2013

Visualizza la pagina 29 di SuperAbile Inail di Dicembre 2013 in formato .pdf

Usa i tasti direzionali avanti e indietro della tastiera per sfogliare la rivista

Scarica la pagina in formato .pdf

Scarica l'intera rivista in formato .pdf

Scarica Adobe Reader per visualizzare le pagine in formato .pdf

CRONACHE ITALIANE Trento

Quando la casa dei sogni diventa accessibile

Un incidente in motorino, mentre tornava dal lavoro, 15 anni fa: non ancora maggiorenne, Samuel perse l’uso delle gambe e, in parte, delle braccia. Un anno in un centro di riabilitazione, poi il rientro in casa dei genitori. Alla fine, un sogno che diventa realtà: un’abitazione tecnologica realizzata grazie al sostegno dell’Inail

Chiara Ludovisi

Una casa speciale per tornare a una vita normale: «Mi sembra un sogno poter essere di nuovo autonomo in quasi tutte le mie attività. Un sogno come quello che si è realizzato quando ho sposato mia moglie e quando, nell’estate del 2012, è nato mio figlio. Quindici anni fa non avrei mai pensato che potesse realizzarsi un sogno così». Samuel Falvo ha appena compiuto 33 anni: non ne aveva ancora 18 quando, la sera del 22 luglio 1998, tornava dal lavoro, in sella al suo scooter. «A un chilometro da casa, non so come, non so perché, mi sono ritrovato a terra: forse la stanchezza, forse una buca nell’asfalto». Dalla Val di Non, dove è accaduto l’incidente, è stato trasportato all’ospedale di Bolzano per essere subito operato alla schiena e al femore. Poi il ricovero in rianimazione e circa due mesi di ospedalizzazione: l’uso delle gambe era ormai perso, come pure, in parte, il controllo delle braccia. Dopo l’ospedale, la riabilitazione per un anno in un centro residenziale: «Finché ero lì, non mi rendevo

28