Febbraio 2012

Visualizza la pagina 39 di SuperAbile Inail di Febbraio 2012 in formato .pdf

Usa i tasti direzionali avanti e indietro della tastiera per sfogliare la rivista

Scarica la pagina in formato .pdf

Scarica l'intera rivista in formato .pdf

Scarica Adobe Reader per visualizzare le pagine in formato .pdf

RUBRICHE Turismo

Francesca Tulli

Guide turistiche dedicate a persone disabili: è boom

Vasta la produzione di pubblicazioni nel 2011. Qualche assaggio degli strumenti informativi disponibili in ambito locale. Ce n’è per tutti i gusti: dai parchi alle città d’arte, dai monti fino al mare

Sono sempre più numerose le guide turistiche dedicate a persone con disabilità. Impossibile delineare in poche righe una mappatura completa di quanto prodotto solo lo scorso anno, ma alcune segnalazioni possono già offrire spunti interessanti per organizzare una vacanza o una gita. Per cominciare, Viaggiare informati nei Castelli Romani punta a soddisfare le esigenze informative dei turisti con disabilità fisiche e/o sensoriali che desiderano conoscere l’area del Parco regionale che ha sede a Rocca di Papa, a Villa Barattolo e in alcuni dei quindici Comuni che, in tutto o in parte, sono compresi nell’ambito del Parco. La pubblicazione è interessante anche per quanti desiderano entrare in contatto con le realtà sociali e solidali a due passi dalla capitale, che attraverso l’agricoltura promuovono l’integrazione lavorativa delle persone disabili e diffondono conoscenze legate al mondo agricolo. La guida è reperibile sul sito internet del Presidio Lazio (www.presidiolazio.it).

Spostandosi al Nord, Passeggiare sicuri a Verona si propone di fornire a quanti hanno difficoltà motorie l’opportunità di conoscere e di godere degli spazi verdi e dei percorsi accessibili disponibili nella città di Giulietta e Romeo, dato che il centro storico della città presenta ancora diverse difficoltà per le persone su sedia a ruote. Il manuale può essere richiesto gratuitamente all’associazione “Amici degli spastici” telefonando allo 045/916611, oppure scrivendo ad amicids@tiscali.it.
Passando in Trentino Alto Adige, dal sito internet dell’associazione “SportAbili” di Predazzo è possibile scaricare la cartografia di quattordici sentieri sulle Dolomiti percorribili da persone su sedia a ruote, anche di tipo elettrico. Gli itinerari accessibili interessano quasi tutta la Val di Fiemme; si parte dalle zone intorno ad Anterivo e Trodena, fino a giungere alla Val di Fassa, in particolare a Paneveggio e Passo Rolle. Filo conduttore del progetto “Montagna accessibile” è stato quello di consentire a tutte le persone che amano la montagna di poter vedere in sicurezza alcuni dei luoghi più suggestivi del territorio, a prescindere dalla propria condizione fisica, sensoriale e/o intellettiva; l’iniziativa ha permesso anche di creare uno strumento trasferibile altrove. Rilevante, infine, l’impegno di alcuni gestori di rifugi e delle malghe trentine per adottare soluzioni finalizzate a superare le barriere architettoniche eventualmente presenti nel loro locale. Per saperne di più e richiedere una copia stampata della cartina, ci si può rivolgere all’associazione (tel. 0462/7501999, e-mail info@sportabili.org, http://predazzo.sportabili.org).

Per chi ama il mare, la guida Anyway Accessalento snocciola le strutture ricettive di Lecce, Otranto, Leuca, Gallipoli, soffermandosi sugli itinerari per tutti di Lecce e Galatina, sull’accessibilità di parchi e stabilimenti balneari, sull’offerta di immersioni subacquee dedicate a persone con disabilità. La simbologia utilizzata per descrivere le strutture è puntualmente spiegata nella legenda: attenzione quindi a comprenderla, associandola alle caratteristiche degli ambienti di volta in volta considerati. Idea fruttuosa del progetto è stata quella di formare persone disabili nella rilevazione e valutazione delle condizioni di accessibilità delle strutture turistiche e ricreative; ai luoghi visitati e giudicati idonei in base a un apposito questionario di rilevazione, lo staff di Accessalento ha rilasciato un marchio di qualità riconosciuto dalla Regione.
Approfondimenti sono disponibili su www.accessalento.it.

38