Febbraio 2012

Visualizza la pagina 36 di SuperAbile Inail di Febbraio 2012 in formato .pdf

Usa i tasti direzionali avanti e indietro della tastiera per sfogliare la rivista

Scarica la pagina in formato .pdf

Scarica l'intera rivista in formato .pdf

Scarica Adobe Reader per visualizzare le pagine in formato .pdf

RUBRICHE Senza barriere

Daniela Orlandi

Comunicazione accessibile: costruire un ambiente inclusivo

Anche gli edifici, soprattutto quelli destinati alla collettività, devono essere pienamente fruibili. Utilizzando sistemi di comunicazione diversificati  in grado di fornire una risposta alle esigenze di tutti

La società contemporanea è caratterizzata dalla presenza diffusa di mezzi di comunicazione che si manifestano attraverso stampa, radio, televisione e internet. Per garantire a ciascuno una piena inclusione nella vita sociale, diventa essenziale considerare l’importanza di una comunicazione accessibile. Molte le informazioni che ci arrivano attraverso vista e udito, il più delle volte non strutturate per essere adeguate alle esigenze di persone con problemi sensoriali.
Come la società dell’informazione si deve dotare di strumenti per rispondere alla diversificazione dell’utenza, così gli spazi e gli edifici – specie quelli complessi e destinati alla collettività – devono avere un progetto sulla comunicazione. Un edificio o un contesto ambientale richiedono attenzione progettuale affinché comunichino meglio la propria destinazione d’uso, le funzioni o i servizi presenti e la loro dislocazione.

La normativa italiana nella definizione di barriere architettoniche include «la mancanza di accorgimenti e segnalazioni che permettono l’orientamento e la riconoscibilità dei luoghi e delle fonti di pericolo per chiunque e in particolare per i non vedenti, per gli ipovedenti e per i sordi». Secondo la Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità, la comunicazione riguarda: le lingue; la visualizzazione di testi; il Braille; la comunicazione tattile; la stampa a grandi caratteri; i supporti multimediali accessibili; i sistemi, gli strumenti e i formati di comunicazione migliorativa e alternativa scritta, sonora, semplificata, con ausilio di lettori umani, comprese le tecnologie dell’informazione e della comunicazione accessibili.
Per raggiungere il risultato di un ambiente pienamente inclusivo, sarebbe opportuno uscire dalle logiche legate al mero rispetto dei minimi standard normativi, con un approccio integrato di tipo multidisciplinare. Più sistemi di comunicazione possono fornire la risposta alle esigenze diversificate che caratterizzano le situazioni di ridotta capacità sensoriale.
Ad esempio, all’interno di una sala conferenze si può utilizzare un servizio di interpreti della Lingua dei segni abbinato a un sistema di trascrizione dei testi su display, soluzioni utili per chi ha un problema di tipo uditivo e che potrà così avvalersi del sistema di comunicazione più adatto alle sue esigenze. Nella stessa situazione, l’installazione di un sistema a induzione magnetica servirà a facilitare l’ascolto alle persone ipo-udenti che utilizzano ausili acustici. Nelle sale cinematografiche i sistemi di sottotitolatura e l’audiodescrizione possono agevolare la comprensione delle opere da parte di un pubblico più ampio.

Negli spazi aperti al pubblico la segnaletica informativa e di orientamento è uno strumento di riferimento per fornire le informazioni e indirizzare verso gli spazi e i servizi disponibili. Le mappe tattili, per esempio, possono essere abbinate a sistemi di segnaletica sul piano di calpestio (percorsi tattili), che delineano a terra percorsi appositamente studiati per agevolare la mobilità di chi ha problemi di vista.
Nella realtà si riscontra una scarsa diffusione di queste soluzioni, anche se la progettazione di un sistema di comunicazione accessibile rientra a pieno titolo nelle attività finalizzate alla eliminazione delle barriere. Un nuovo input potrà essere fornito dall’aggiornamento della normativa vigente per il superamento delle barriere, architettoniche e sensoriali, alla luce delle nuove tecnologie nate negli ultimi decenni.
Da quest’anno Superabile.it offre un nuovo spazio sulla comunicazione accessibile.

37