La Regione Molise incontra Ens che rappresenta nel territorio 500 persone con sordità e ipoacusiche

La Regione Molise incontra Ens che rappresenta nel territorio 500 persone con sordità e ipoacusiche

Approfondimenti

18-05-NOTIZIA-4.jpg

18 maggio 2024

Campobasso - Il presidente della giunta regionale del Molise, Francesco Roberti, e l'assessore regionale alle Politiche per il Sociale, Gianluca Cefaratti, hanno incontrato, a Palazzo Vitale, il presidente dell'Ente nazionale sordi, Angelo Raffaele Cagnazzo, il segretario nazionale Gino Salvatore, il presidente regionale Antonio De Michele, e i dirigenti regionali e provinciali dell'Ens.

"È stato un incontro proficuo, durante il quale abbiamo avuto modo di confrontarci sulle esigenze, a cui dare riscontro, dei cittadini con sordità e ipoacusici - il commento di Roberti e Cefaratti -. Già nei prossimi giorni lavoreremo, di concerto col ministero per le Disabilità, per un finanziamento di circa 200mila euro da destinare ad alcune progettualità per migliorare la qualità della vita delle persone sorde e ipoacusiche. Una linea progettuale, sicuramente, sarà rivolta al superamento del gap comunicazionale, al momento, esistente relativo all'approccio con la Pubblica Amministrazione".

"Sul territorio si contano tra le 400 e 500 persone sorde e ipoacusiche - hanno concluso Roberti e Cefaratti -. La Regione Molise ha garantito all'Ente nazionale sordi la massima disponibilità a collaborare con le strutture nazionali e regionali dell'Ens per programmare al meglio l'utilizzo dei fondi, al fine di raggiungere gli obiettivi prefissati. Servono, sicuramente, più risorse e su questo si lavorerà, ma anche si agirà per assicurare massima accessibilità, in regione, per la partecipazione agli eventi pubblici, verificando, inoltre, la disponibilità e la comprovata professionalità degli interpreti della lingua dei segni".

Torna alla navigazione interna