“L’accessibilità digitale è un diritto”, le parole del ministro della Pubblica Amministrazione, Paolo Zangrillo

“L’accessibilità digitale è un diritto”, le parole del ministro della Pubblica Amministrazione, Paolo Zangrillo

Approfondimenti

18-05-NOTIZIA-2.jpg

18 maggio 2024

Roma- "L'accesso agli strumenti digitali rappresenta un autentico diritto per tutti e lo deve essere ancora di più per le persone non autosufficienti". Lo ha detto il ministro per la Pubblica amministrazione, Paolo Zangrillo, in un messaggio di saluto inviato in occasione dell'apertura degli Accessibility Days, il più grande evento italiano sull'accessibilità e l'inclusività delle tecnologie digitali che si è svolto a Roma.

Abbattere le barriere è fondamentale per dare sostanza a quanto scritto innanzitutto nell'articolo 3 della Costituzione- ha continuato il ministro- Non possiamo permettere che le fasce più deboli della popolazione siano escluse dai servizi forniti dal settore pubblico e privato, tanto più nell'epoca in cui viviamo che è caratterizzata da un forte sviluppo della tecnologia".

"Dobbiamo fare in modo che la rivoluzione che stiamo vivendo resti prima di tutto umana- ha sottolineato Zangrillo- l'umanità passa attraverso attenzione e tutela delle persone più deboli garantendo loro reale accesso e crescita".

"Gli interventi che stiamo facendo nella pubblica amministrazione- ha concluso- tracciano il sentiero verso la piena inclusività. Rimuovere le barriere che non consentono la piena partecipazione delle persone non autosufficienti è un dovere, prima di tutto morale".

"Nel 2024 essere digitalmente accessibili significa poter fruire della quasi totalità della vita. Per una persona con delle esigenze specifiche è fondamentale poter accedere al mondo digitale: comprare un biglietto per un concerto o accedere al proprio home banking. Se una persona con disabilità sensoriale, ad esempio, non può accedere alla sua app preferita, viene esclusa dal mondo. Non lo possiamo permettere". Sono le parole di Andrea Venuto, giornalista, ex disability manager di Roma Capitale ed esperto di accessibilità web, a margire della giornata di apertura degli Accessibility Days, il più grande evento italiano sull'accessibilità e l'inclusività delle tecnologie digitali, in corso a Roma.

Ma come migliorare l'accessibilità? "Bisogna applicare le leggi che già ci sono- ha detto Venuto- e vigilare sui siti istituzionali. Perché se voglio richiedere un semplice certificato a un Comune e il modulo da compilare in pdf non è completamente accessibile allora la persona non potrà avere il suo certificato. E bisogna pensare che sono proprio le persone con disabilità che si rivolgono spesso alla tecnologia perché andare fisicamente sul posto può essere più complicato".

Torna alla navigazione interna