Parigi 2024 è la sfida di Bruna Alexandre, big del tennistavolo senza un braccio

Bruna Alexandre ha perso il braccio destro ad appena tre mesi, a causa di un vaccino mal somministrato. Eppure non si è mai lasciata andare, ha iniziato a giocare da piccolissima mettendosi sempre grandi obiettivi davanti. Oggi è campionessa brasiliana di tennistavolo

Approfondimenti

Tennitavolo

01 aprile 2024

ROMA – Sognando Parigi 2024. Bruna Alexandre è una campionessa brasiliana di tennistavolo. Fa tutto con il braccio sinistro, il destro le è stato amputato quando aveva tre mesi, per una trombosi seguita a un vaccino mal somministrato. Come racconta Repubblica, Bruna appoggia la pallina sul piatto della racchetta, la fissa poi la lancia in aria, sempre con lo stesso braccio che poi spalanca. Bruna gioca da quando di anni ne aveva sette e ha vinto 4 partite ai Mondiali di Busan: “Quel che mi ha aiutato alle Paralimpiadi è stato giocare con chi ha entrambe le braccia e non ha difficoltà con l'equilibrio”. Il sogno sono le Olimpiadi che si svolgeranno nella capitale francese, vuole confrontarsi col mondo dei normodotati. “Quello paralimpico è un gioco diverso, più chiuso, mentre quello olimpico è più aperto”. 

Torna alla navigazione interna