Inps, nuove semplificazioni procedurali

L’Inps ha proceduto a realizzare il servizio denominato “Red Precompilato”

Approfondimenti

RAVENNA

25 febbraio 2024

Nel messaggio n. 4668 del 27 dicembre 2023, l’Inps rende noto che, nell’ambito dei progetti finalizzati alla realizzazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr) affidati all’Istituto, per semplificare la dichiarazione reddituale in capo ai pensionati residenti in Italia si è proceduto a realizzare l’apposito servizio denominato “Red Precompilato”.  

Il servizio espone all’utente i dati reddituali e patrimoniali consolidati negli archivi dell’Istituto, in particolare i redditi rilevanti del titolare delle prestazioni collegate al reddito in godimento.  

Previa autenticazione con Spid, Cie o Cns sul sito Inps, il pensionato potrà scegliere la modalità precompilata di dichiarazione per comunicare i propri redditi che rilevano sulle prestazioni di cui beneficia. Qui avrà la possibilità di confermare, modificare e integrare il set di dati precompilati.  

Per semplificare al massimo le procedure, il servizio dispone di finestre pop up informative e di un’apposita chat bot interattiva, realizzata grazie all’utilizzo dell’intelligenza artificiale.  

Il nuovo modello precompilato sarà disponibile, in via sperimentale, a partire dalla campagna Red ordinaria 2024 (anno reddito 2023) e dalla campagna Red solleciti 2023 (anno reddito 2022).  

A questo proposito, l’Inps ha annunciato il rilascio della nuova video-guida personalizzata e interattiva per i pensionati destinatari della campagna.  

La video-guida fornisce istruzioni per: adempiere nei termini di legge all’obbligo di dichiarazione reddituale in modo da evitare eventuali sospensioni e indebiti; dichiarare correttamente i redditi rilevanti per le prestazioni collegate al reddito che hanno in godimento; utilizzare i servizi web dell’Istituto o richiedere l’assistenza dei soggetti abilitati convenzionati (Caf/liberi professionisti) o al Contact Center; verificare il diritto ad eventuali ulteriori prestazioni collegate al reddito (c.d. diritti inespressi).  

I pensionati possono visualizzare la guida tramite il canale tradizionale, cioè il QR code disponibile sulla comunicazione cartacea di sollecito ricevuta oppure:  

accedendo all’area riservata “MyInps”, attraverso la propria identità digitale Cie, Spid almeno di livello 2 o Cns.  

Torna alla navigazione interna