A ottobre in Italia il G7 “Inclusione e Disabilità”. È la prima volta al mondo

"L'Italia ha deciso di promuovere per la prima volta al mondo a livello ministeriale il G7 - Inclusione e Disabilita". Lo ha annunciato il ministro Locatelli al termine della riunione straordinaria dell'Osservatorio nazionale sulla condizione delle persone con disabilità.

Approfondimenti

Conferenza stampa

08 dicembre 2023

ROMA - "L'Italia ha deciso di promuovere per la prima volta al mondo a livello ministeriale il G7 - Inclusione e Disabilita". Lo ha annunciato il ministro Locatelli nel corso della conferenza stampa convocata al termine della riunione straordinaria dell'Osservatorio nazionale sulla condizione delle persone con disabilità, che si è tenuta nella Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio dei ministri in occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilità. L'evento si svolgerà il 14, 15 e 16 ottobre 2024 in Umbria. 

"Sarà l'occasione per condividere con i ministri del G7, che si occupano di disabilità, strategie e impegni per contrastare le discriminazioni e garantire a tutti il diritto alla.piena partecipazione civile, sociale e politica alla vita quotidiana, in tutti i Paesi", ha aggiunto.

“Ringrazio il Presidente del Consiglio Giorgia Meloni per aver approvato e supportato con entusiasmo la proposta di questa nuova linea ministeriale in occasione della Presidenza italiana del G7", ha sottolineato Locatelli. “Si tratta di un’opportunità preziosa- ha aggiunto il ministro- per promuovere insieme il valore della 'persona al centro' e adottare uno sguardo in grado di valorizzare talenti e competenze di ogni persona, per poter investire dal punto di vista istituzionale, del mondo privato e dei singoli cittadini. Questo per far crescere tutte le nostre comunità”.

"Non c'è mai stato un G7 che avesse attenzionato i temi che impattano sulla vita dei cittadini con disabilità e delle loro famiglie- ha commentato Vincenzo Falabella, presidente Fish- il primo sarà in Italia e questo evidenzia l'autorevolezza della politica nazionale oltre i nostri confini. Credo che sarà un importante momento di riflessione dove verranno messe a confronto tutte le politiche di intervento che vengono organizzate sui territori in modo da costruire un mondo che sia più accogliente e che riconosca la persona prima ancora della sua condizione di disabilità". 

"Oggi viene premiata l'importanza del ministero per le Disabilità. Quando fu istituito qualcuno sollevò delle critiche, mentre noi abbiamo sempre ritenuto importante la presenza di questo ministero perché è significativo avere la voce delle persone con disabilità all'interno della compagine governativa- ha commentato Nazaro Pagano, presidente Fand- Al G7 ci arriveremo con un Piano nazionale per le disabilità già in fase avanzata e con la consapevolezza di voler rappresentare al mondo intero quelle che sono state tutte le iniziative che il mondo associazionistico delle persone con disabilità ha attuato nel nostro Paese, le lotte portate avanti e le conquiste ottenute".

Nel corso della riunione straordinaria dell’Osservatorio, il ministro Locatelli ha anche annunciato la nomina del coordinatore tecnico-scientifico e dei coordinatori dei cinque gruppi di lavoro. 

Nel dettaglio: Serafino Corti, direttore del Dipartimento delle Disabilità della Fondazione Istituto Ospedaliero di Sospiro Onlus, è stato nominato coordinatore tecnico-scientifico dell'Osservatorio e coordinatore del gruppo 'Accessibilità universale'; l'avvocato Paolo Bandiera è stato nominato coordinatore del gruppo 'Progetto di vita', che si occuperà anche di autonomia, indipendenza e pari opportunità; Angelo Cerracchio, medico neurologo, è coordinatore del gruppo di lavoro 'Benessere e salute'; Raffaele Ciambrone, professore associato di Didattica e Pedagogia speciale presso l'università di Pisa, è stato nominato coordinatore del gruppo di lavoro “Istruzione, università e formazione”. Infine l'avvocato Domenico Sabia è stato nominato coordinatore del gruppo di lavoro 'Inclusione lavorativa'.

“Con la nomina del coordinatore tecnico-scientifico e dei coordinatori dei gruppi di lavoro- ha spiegato il ministro Locatelli- parte ufficialmente il nuovo corso dell’Osservatorio nazionale, che avrà il compito di scrivere il nuovo Piano nazionale per le Disabilità che sarà firmato dal Presidente della Repubblica. L’obiettivo è presentarlo entro un anno”.

Torna alla navigazione interna