Accessibilità e inclusione, il direttore generale dei Musei: “Avviato un progetto per far realizzare il Peba nei 498 luoghi culturali italiani”

Il direttore generale dei Musei, Massimo Osanna, annuncia un progetto per far realizzare il Peba in tutti i 498 luoghi culturali italiani.

Approfondimenti

Museo Nazionale Romano

29 giugno 2023

ROMA - "Abbattere le barriere cognitive in un museo vuol dire ripensare completamente gli allestimenti. E pensarli non più come eterni ma 'in progress' credo che possa aiutare tutti a incamminarsi in una giusta direzione di accessibilità a 360 gradi". Lo ha detto Massimo Osanna, direttore generale Musei del ministero della Cultura, intervenendo alla tavola rotonda 'Accessibilità e inclusione nei luoghi della cultura', che si è svolta a Roma, presso il Museo Nazionale Romano - Terme di Diocleziano.

"Quando sono arrivato alla direzione generale Musei- ha continuato Osanna- mi sono reso conto che i 498 luoghi della cultura che abbiamo in Italia non hanno risolto il problema dell'accessibilità. Ora, prima con fondi del ministero e poi con quelli del Pnrr, abbiamo avviato un progetto per far realizzare il Peba in tutti questi 498 luoghi culturali. Grazie ai 300 milioni messi a disposizione dal Pnrr per musei, biblioteche e archivi, moltissimi luoghi della cultura ripenseranno i loro percorsi e i loro allestimenti per renderli 'parlanti'. Soprattutto in passato, infatti, i musei hanno usato un linguaggio che è più per specialisti allontanando così le persone". Osanna ha poi evidenziato l'importanza di "tessere rete tra i ministeri. Dobbiamo collaborare anche con l'Istruzione e l'Università- ha detto- perché è fondamentale che i luoghi della cultura siano anche luoghi di formazione".

In conclusione del suo intervento Osanna ha ricordato che il 3 luglio partirà Ad Arte, una piattaforma collegata al nodo di pagamento pagoPA che consentirà di gestire direttamente la prenotazione e la vendita dei biglietti di ingresso ai musei. Non solo. "Ad Arte è stata pensata anche per essere una piattaforma accessibile", ha detto.

La tavola rotonda ha preso spunto proprio dalle 'Linee guida per il superamento delle barriere architettoniche nei luoghi di interesse culturale' realizzate dal ministero per i Beni e le Attività Culturali (oggi ministero della Cultura), Direzione generale Musei presentando progetti e realizzazioni come utili spunti di lavoro atti a migliorare le condizioni di accessibilità e i percorsi di inclusione. 

Torna alla navigazione interna