SuperAbile







Viaggiare con cani guida: le normative dei paesi europei

Programmare una vacanza con il proprio cane è anche una necessità per tutte quelle persone con disabilità.

31 luglio 2020

Programmare una vacanza con il proprio amico a quattro zampe è ormai diventata una consuetudine per gli amanti degli animali, ma è anche una necessità per tutte quelle persone con disabilità che si avvalgono quotidianamente di un cane per superare gli ostacoli dati da problematiche di tipo visivo o di altro tipo
 
Se in Italia la normativa che consente ai soli cani guida di avere accesso praticamente ovunque inizia ad essere sempre più conosciuta, meno conosciute possono essere le leggi, indicazioni, obblighi del cane guida e cane da assistenza per persone disabili in vigore negli altri Stati.


Poiché non esiste, attualmente, una uniformità rispetto al riconoscimento del cane guida nei Paesi della UE, con conseguenti differenze sia sul tipo di addestramento che sulla sua identificabilità  per fornire uno strumento utile a tutti coloro che, accompagnati da un cane guida o un cane da assistenza, intendono fare un viaggio o, perché no, trasferirsi in un altro Paese europeo, la onlus Blindsight Project  ha realizzato un approfondimento con un elenco delle normative relative al cane guida attualmente in vigore in alcuni stati Europei come: Austria, Bulgaria, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Lussemburgo, Polonia, Regno Unito, Spagna, Svizzera, Ungheria.

Per visualizzare le normative  di ogni stato https://www.blindsight.eu/il-cane-guida-e-il-cane-dassistenza-in-europa/

Fonte: https://www.blindsight.eu/

Immagine tratta da pixabay.com

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati