SuperAbile







Andar per mare si può! seconda parte

“In mare ero felice, perché avevo trovato la pace del mio spirito, una pace totale, profonda, troppo preziosa per poter rischiare di perderla”

27 settembre 2018

Continua a si conclude l’approfondimento dedicato alle attività veliche da parte di persone con disabilità. Riprendiamo dal centro Italia, dove nelle Marche incontriamo l’Associazione Sportiva Dilettantistica “Liberi nel vento” con base nautica presso il Porto Turistico Marina di Porto San Giorgio.  L’Associazione, già da diversi anni, vanta una scuola di vela per persone con disabilità fisiche ed una squadra agonistica che utilizza imbarcazioni “2.4mR” e “Hansa303”. “Liberi nel vento”, inoltre, propone attività ricreative con uscite in barca a vela dedicate a persone con disabilità fisiche, mentali e/o sensoriali ed organizza manifestazioni sportive dove le persone con e senza disabilità regatano alla pari senza differenze di classifica. Info: info@liberinelvento.it; web: http://www.liberinelvento.it  

Rimanendo nel centro Italia, promotori dell’attività velica accessibile a tutti sono la Scuola Vela "Bruno Calandriello" Yacht Club Punta Ala (YCPA) in Toscana e la Scuola di Vela e di Navigazione Sabaudia nel Lazio.

Per quanto riguarda l’esperienza della Toscana, la Marina di Punta Ala Spa e lo Yacht Club di Punta Ala (YCPA) hanno attivato corsi di vela dedicati grazie alla presenza di una base nautica accessibile ed all’investimento fatto su alcune imbarcazioni specifiche, quali “Access 303” e “2.4mR”. Inoltre, anche per il 2018 è stato rinnovato un protocollo di accordo regionale tra lo YCPA e l’Istituto Nazionale Assicurazione Infortuni sul Lavoro Toscana volto a favorire lo svolgimento dell’attività sportiva per gli invalidi da lavoro, nell’ottica di valorizzare un processo riabilitativo delle capacità fisiche residue. La Base Nautica Accessibile è formata da un pontile galleggiante raggiungibile attraverso una passerella omologata, da un sollevatore a bandiera, da una sala briefing corredata di accessori per la comunicazione e di servizi idonei. Tali prerogative fanno di essa un punto di eccellenza tra le strutture simili disponibili sul territorio nazionale. Il suo utilizzo è riservato a tutti i diportisti che ne faranno richiesta presso la direzione del porto o lo Yacht Club di Punta Ala. Info: 0564 923232; e-mail ycpa@ycpa.it; web: http://www.ycpa.it

Nel Lazio invece è attiva la Scuola di Vela e di Navigazione Sabaudia che si trova nel centro del Parco Nazionale del Circeo, sul lago di Paola collegato al mare da un antico canale romano. Il clima e la situazione consentono alla scuola di essere operativa tutto l’anno. I corsi di insegnamento alla vela si svolgono su derive e cabinati accessibili a persone con disabilità e possono essere organizzati con frequenza settimanale, oppure per tre week-end consecutivi. Le lezioni, da quattro ore ogni giorno, sono suddivise in teoria e pratica; l’aspirante velista viene seguito in tutte le fasi dell’apprendimento ed utilizzo dell’imbarcazione da uno staff qualificato e di grande esperienza. Le attrezzature, i servizi ed il Circolo Velico di Sabaudia sono totalmente accessibili dall’utenza in argomento.

Navigare, dunque, si può e una barca che va per mare non incontra barriere…


Immagine tratta da pixabay.com

di Francesca Tulli

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati