SuperAbile






In Tempo libero

Notizie


Una stanza tutta per noi

Donne con disabilità specializzate in un ambito specifico: sport, arte, moda, e tanto altro! Personalità colorite e forti che vogliono tessere una rete di contatti, sentirsi unite in uno dei momenti più difficili della storia…

30 giugno 2020

Parole tra donne, non solo per donne! Potrebbe essere questo il motto del Gruppo Donne UILDM, collettivo femminile nato all'interno dell'Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare, che attraverso la straordinaria iniziativa "#unastanzatuttapernoi" si pone l'obiettivo di divulgare l'idea di donna con disabilità come una persona a tutto tondo, analizzandola in ogni sua sfaccettatura e dibattendo sui vari problemi di carattere sociale, economico, burocratico che si trova ad affrontare nella vita di tutti i giorni, ma al tempo stesso incentivando la necessità di avere consapevolezza di sé, delle proprie capacità e della propria femminilità. È così che dal 13 Maggio questa frizzante rubrica tutta al femminile è uscita completamente dai propri confini, ottenendo grandi consensi, addirittura anche da parte del pubblico maschile! Il format si struttura in interviste che hanno una cadenza di due/tre volte a settimana e le date degli appuntamenti vengono pubblicate di volta in volta sulla pagina Facebook del Gruppo Donne UILDM.
 
Le ospiti sono tutte donne con disabilità che si sono specializzate in un ambito specifico: sport, arte, moda, e tanto altro! Personalità colorite e forti che vogliono tessere una rete di contatti, sentirsi unite in uno dei momenti più difficili della storia, raccontando e condividendo con tutte e tutti le proprie storie ricche di bellezza, avventure, poesia e viaggi.
 
Alcune delle protagoniste della rubrica sono nomi di spicco come: Valentina Bazzani, autrice del libro "Quattro ruote e Tacco 12" (Iperedizioni Editore, 2013); Anita Pallara, social media e Simona Spinoglio, educatrice e Gestalt Counselor, entrambe operatrici per Famiglie SMA Onlus; Giulia Lamarca, travel blogger; le due sorelle autrici del blog "Witty Girls" Maria Chiara ed Elena Paolini; la famosissima attrice/performer nel campo delle arti visive, Chiara Bersani, che nella sua intervista parla in maniera appassionata della sua esperienza teatrale, della sua percezione corporea e di quanto tale rapporto con il corpo abbia influito nelle sue scelte di vita e professionali – e molte altre...
 
Punto forte del format è la possibilità di interazione da parte del pubblico, che può commentare live e avere una risposta istantanea dall’ospite: questo è stato uno dei fattori che ha incrementato il successo dell’iniziativa, permettondole di arrivare anche a chi non ha una disabilità, a chi non conosceva il Gruppo Donne UILDM.
 
Ciò che emerge con forza da tutte queste esperienze ed interviste è ancora una volta l'impossibilità di tracciare un unico profilo delle donne con disabilità, di fare di esse un "blocco monolitico": il bello di queste donne sta proprio nella loro capacità di trasformare la propria vita e sè stesse in una incredibile risorsa, di rivoluzionare con energia contagiosa e positiva il concetto di bellezza e di "perfezione", riuscendo a dimostrarne la relatività, l'assenza di un valore assoluto.
 
E a voi, quale di queste stanze ha intrigato di più?
 
Scrivete a claudio@accaparlante.it oppure sulla mia pagina Facebook.
 

di Claudio Imprudente

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati