SuperAbile






In Tempo libero

Notizie


Se la pallanuoto diventa accessibile… Tutti in piscina!

L’Italia infatti è il primo paese al mondo ad avere un campionato nazionale di pallanuoto per persone con disabilità. Sta crescendo una nuova bellissima sfida inclusiva, quella della Waterpolo ability: una vera eccellenza italiana...

6 agosto 2018

Quest’estate è andata così… Niente Italia ai mondiali di Calcio, niente Olimpiadi in vista (se ne riparlerà tra due anni a Tokyo)… Non il massimo per noi patiti di sport. Eppure grazie alla passione, alla volontà, al coraggio e perché no alle imprese olimpiche dell’Italia di pallanuoto maschile e femminile (i meravigliosi Settebello e Setterosa) sta crescendo una nuova bellissima sfida inclusiva, quella della Waterpolo ability, una vera eccellenza italiana.
 
L’Italia infatti è il primo paese al mondo ad avere un campionato nazionale di pallanuoto per persone con disabilità. Nello scorso marzo si è infatti tenuto il 1° Torneo Nazionale di Pallanuoto Paralimpica, che ha visto sfidarsi cinque squadre da ben cinque regioni diverse: i Delfini Blue dalla Sicilia, la Polisportiva Don Calabria dal Veneto, l’Octopus da Roma, i Kosmo Ability dalla mia Emilia Romagna e i lombardi della Waterpolo Ability.
 
Un totale di circa sessanta atleti si sono sfidati in una piscina di Piacenza, facendo schizzare sull’acqua palloni, emozioni, inclusione e tanta innovazione.
 
Ma come e quando è nata la Waterpolo Ability? Queste le parole di Simona Pantalone Ielmini, di Busto Arsizio, una delle protagoniste del lancio della versione accessibile di questa disciplina tanto amata in Italia.
 
"Nel 2008, in seguito alla diagnosi di malattia rara del mio primogenito, con mio marito ho fondato AIMA-Child Onlus, l'associazione Italiana che si occupa di pazienti affetti da malformazione di Chiari e Siringomielia. Da tre anni mio figlio fa parte di questo progetto, ora mi sono messa a disposizione per far crescere l'intero movimento.
 
Uno sport che non esiste ancora a livello paralimpico, mai codificato e mai riconosciuto. La WaterpoloAbility usa una formula riveduta e corretta della pallanuoto: sette contro sette ma in una piscina dalle dimensioni ridotte e con pallone più piccolo, in pratica quello in uso nel campionato femminile. Quattro su sette dei giocatori hanno disabilità varie, soprattutto motorie. Tre sono normodotati, ma non professionisti. Una ventina i ragazzi coinvolti, divertimento e botte da orbi, come nella pallanuoto vera.”
 
Ma come raccontano con una punta di ironia da Busto Arsizio, iniziare non è stato così facile. “Giocare a pallanuoto e non avere avversari. No, non è la storia della Pro Recco, l'imbattibile corazzata del massimo campionato maschile italiano. Questa è, invece, la favola della WaterpoloAbility di Busto Arsizio, splendida e paradossale. Ragazzi dai 16 ai 53 anni, con disabilità varie, decidono di mettersi attorno a un pallone e tuffarsi in piscina, a Legnano. Sono gli unici diversamente abili in Italia e forse al mondo a praticare la pallanuoto. Per questo non hanno mai avuto avversari.”
 
Poi però, anche grazie ad un servizio alla trasmissione di Italia Uno “Le iene” qualcosa si è mosso. “Abbiamo sollecitato grande interesse intorno al nostro sport e almeno una decina di realtà in altrettante regioni italiane ci hanno fatto sapere che stanno studiando la possibilità di entrare in acqua con i loro ragazzi. E di questo ringraziamo il ct della nazionale femminile Fabio Conti, che al nostro Trofeo delle Regioni sta dando grande impulso".
 
 Ma l’attività della Waterpolo Ability Lombardia e delle altre squadre per disabili d’Italia non è soltanto promozionale. L’associazione presieduta da Pantalone, per esempio, ha redatto un regolamento di gioco con alcune modifiche alla pallanuoto per normodotati (misura del campo, delle porte, etc.) per adattare il gioco alle persone con differenti abilità e bisogni, uno strumento che può allargare la base dei praticanti e aiutare le società a reclutare nuovi atleti. Giocatori che presto potrebbero confrontarsi nella prima competizione ufficiale di pallanuoto per disabili in Italia.
 
Se volete rinfrescarvi e tenervi in forma visitate il sito della Waterpolo ability, dove potete trovare tutte le informazioni.
 
Scrivete a claudio@accaparlante.it o sulla mia pagina Facebook.

di Claudio Imprudente

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati