SuperAbile






In Tempo libero

Notizie


Pronti, partenza, via!

Viaggiare è sempre un'avventura: con una disabilità, può diventar euna vera impresa. Ma “ne vale sempre la pena. Istruzioni e “dritte” del Centro documentazione Handicap: il 31 maggio a Bologna

25 maggio 2018

“Quel gran genio del mio amico/Lui saprebbe cosa fare/Lui saprebbe come aggiustare/Con un cacciavite in mano fa miracoli…”. Parole, queste, le avrete senz’altro riconosciute, del grande Lucio Battisti e Mogol, che se la cantavano nella celebre Sì viaggiare (1977).
 
Un genio di amico, probabilmente, ce l’abbiamo tutti, il problema è trovarlo quando, magari, ti ritrovi alle due di notte sotto un ponte dell’autostrada Bologna-Padova con il motore della macchina fuso…
 
Viaggiare è indubbiamente un’avventura, questo è certo, e, in genere, una bellissima occasione per conoscere e esplorare nuovi paesaggi, culture e persone, anche quando si ha una disabilità. È chiaro, che, in questo caso, la dose di avventura aumenta, nei pro e nei contro. Io comunque vi sfido a tentare, credo che ne valga sempre la pena, macchine in panne e ponti compresi.
 
Quello che potete fare tuttavia è organizzarvi un po’ per tempo, giusto per non arrivare totalmente sprovveduti e calibrare per bene quelle che sono le vostre abilità, oggettive difficoltà e le risorse su cui siete disposti a lavorare e a mettervi in gioco, sia che decidiate di partire da soli o in compagnia.
 
A questo proposito vi do un aiutino e vi suggerisco di segnarvi sull’agenda questa data: giovedì 31 maggio 2018.
 
Al Centro Documentazione Handicap infatti, nell’ambito di IT. A. CÀ migranti e viaggiatori, il festival del turismo responsabile di Bologna e Appennino, gli educatori e gli animatori con disabilità del Progetto Calamaio condurranno un workshop dedicato al viaggio accessibile dal titolo Pronti, partenza, via!, dalle ore 9:30 alle ore 13 in via Pirandello 24.
 
Un laboratorio di formazione per operatori turistici e culturali, educatori e volontari che saranno chiamati a cimentarsi in un percorso a tappe sul tema della partenza, a esplorare gli immaginari, le attese e i desideri che normalmente nascono intorno all’idea di viaggio, per poi arrivare più concretamente a toccare con mano che cosa significa, in particolare per chi ha una disabilità, prepararsi alla partenza: come informarsi, cosa fare, con chi partire, a chi rivolgersi una volta arrivati a destinazione.
 
Attività di sperimentazione sensoriali, momenti di gioco e role playing, consultazione di guide e siti specializzati, insieme all’incontro diretto con viaggiatori con disabilità, accompagneranno tutti coloro che vorranno partecipare là "dove non sono stati mai", dentro le proprie fragilità e risorse.
 
Ai partecipanti sarà consegnato anche un diario di viaggio personalizzato, per non perdere la rotta e tenere sempre fresca la memoria delle proprie avventure.
 
Cari lettori, come si suole dire “carpe diem”, occasioni così non ce ne sono tante in circolazione! Io, nel frattempo, ho già indossato canottiera e bermuda. E voi, avete mai avuto bisogno di un amico genio?
 
Scrivete a claudio@accaparlante.it o sulla mia pagina facebook.

di Claudio Imprudente

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati