SuperAbile






In Tempo libero

Notizie


Rotellando abilità, rotellando musica

Pochi giorni fa, grazie all’imbeccata di un mio collega, ho scoperto che nel nostro Appennino si può “rotellare” davvero bene, facendo girare contemporaneamente dischi, ruote di carrozzine, abilità e pillole di inclusione…

16 maggio 2018

BOLOGNA - “… Da piccola soffrivo per questa mia situazione perché non avevo ancora conosciuto miss paralisi come si deve e non l'avevo ancora invitata fuori a cena, ma, scherzi a parte, solo crescendo e con il tempo ho capito che conta ciò che hai dentro sia che tu sia seduto su una carrozzina sia in piedi…”. Queste solo le bellissime parole di Elena Rasia, speaker a quattro ruote di Radio Appennino.
 
Pochi giorni fa infatti grazie all’imbeccata di un mio collega ho scoperto che nel nostro Appennino si può “rotellare” davvero bene, facendo girare contemporaneamente dischi, ruote di carrozzine, abilità e pillole di inclusione.
 
Radio Appennino è una web radio nata nel 2009 che spazia tra contenuti e programmazione musicale ma non solo, è una radio animata da una grande curiosità per ciò che è nuovo, attuale, interessante. Tutto ciò che fa parlare…
 
E a far parlare c’è anche "Rotellando storie di vita a quattro ruote e non solo". Così per continuare a parlarne ho intervistato Elena e ho scoperto che oltre ad un microfono e a quattro ruote c’è tanto, davvero tanto altro.
 
Le ho chiesto di lei, del programma, della sua passione per la musica, del suo percorso di consapevolezza che mi ha stupito. E lei si è raccontata così, senza tabù, senza peli sulla lingua:
 
“Sono Elena ho 26 anni, sono nata prematura a Bologna, questo mi ha causato una paralisi cerebrale che si ostina a tentare di tenermi seduta ma, per fortuna, la mia grinta è più forte. Nella vita faccio un tirocinio formativo presso l'Unione dei Comuni di Vergato, dove mi occupo di recensire le strutture turistiche accessibili; sono speaker di Radio Frequenza Appennino e trascorro i miei weekend in balìa dei miei mille interessi soprattutto musicali; quando posso e me lo permettono partecipo a casting come comparsa per film e fiction. La passione per la radio è nata dalla voglia di superare i dolori, i dispiaceri, dalla voglia di amplificarli in positivo e dall'amore incondizionato per la musica e come dicono i cantanti de Lo Stato Sociale: "Tienimi le mani, non annegherai". Questo è ciò che sono state per me la musica e la radio.
 
Il programma "Rotellando storie di vita a quattro ruote e non solo" è nato dall'esigenza di far conoscere la ThisAbilità non come mancanza (rispetto alla società) ma come punto di forza. Il programma è in onda su www.frequenzappennino.com ogni primo sabato del mese dalle ore 15 alle 15.30 e in replica per i sabati successivi allo stesso orario.
 
In ogni puntata un protagonista viene intervistato sulla sua storia di vita e su quello che fa nella propria vita (modella, scrittore, sportivo) ; il tutto accompagnato da una Playlist musicale scelta da loro. Il mio sogno nel cassetto è diventare una speaker professionista e fare della radio la mia vita. Mi sono ritrovata da sempre a conoscere il mondo da una prospettiva diversa, più bassa, meno alta ma non per questo meno all'altezza... Da piccola soffrivo per questa mia situazione perché non avevo ancora conosciuto miss paralisi come si deve e non l'avevo ancora invitata fuori a cena, ma, scherzi a parte, solo crescendo e con il tempo ho capito che conta ciò che hai dentro…Benché tu sia seduto su una carrozzina o che tu sia in piedi sei innanzitutto sempre seduto sul tuo culo ma soprattutto il mondo ti rimanda indietro (un po' come un boomerang) quello che tu fai conoscere e percepire di te stesso... Questo per dire che se tu ti poni al mondo in modo positivo il riscontro che avrai sarà sempre meno violento, per me è stato proprio così, e, in un percorso di crescita dietro le nuvole, ho riscoperto il sole! Ci sarà sempre chi ti metterà in difficoltà, chi non capirà e chi avrà l'idea che la disabilità sia un mondo a parte quindi puoi solo andare avanti, coltivare i tuoi ideali e sperare che le tue azioni seminino qualcosa di buono per far sì che sia sempre meno un mondo a parte.”
 
Non posso che fare i mei complimenti a Elena, per la sua creatività e per il sua capacità di stare al microfono.
 
Nel suo programma non c’è pietismo, non ci si piange addosso, nessuno è vittima. Se pensate che in quello spazio si parli di disabilità vi sbagliate, li si discute di abilità, senza retorica e senza fronzoli.
 
Che ne dite? Siete pronti a sintonizzarvi?
 
Aspetto le vostre recensioni radio, inviatele a claudio@accaparlante.it o sulla mia pagina Facebook.

di Claudio Imprudente

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati