SuperAbile






In Tempo libero

Notizie


Handyamo! Il turismo responsabile per tutti

Inchiostro, la rubrica di Claudio Imprudente. Questa settimana ci occupiamo del Festival del Turismo Responsabile, che dal 20 al 28 maggio ha sede a Bologna, pur coinvolgendo molte altre città italiane.Fra i tanti incontri anche una giornata internamente dedicata al turismo accessibile

26 maggio 2017

“Là in mezzo al mar/ci sta i camin che fumano/là in mezzo al mar/ci sta i camin che fumano/là in mezzo al mar/ci sta i camin che fumano/saranno le mie belle/che si consumano”…Mi sono subito venute in mente le parole di Cochi, Renato e Jannacci quando, qualche tempo fa, mi è caduto l’occhio sull’immagine di un volantino.
 
Una vela tesa, il mare azzurro, un marinaio che scruta l’orizzonte con il suo binocolo…Una bella immagine che ci invita a esplorare l’ignoto, a metterci in viaggio verso nuovi lidi. Eppure c’è una particolarità. Sulla barca nessun remo, nessun timone. Come fa –mi sono chiesto- a muoversi senza ausili? Eppure a osservala bene qualcosa c’è, una ruota in mezzo all’acqua, per esempio, che la mette in moto, la ribalta a testa in giù e la trasforma in un sommergibile, pronto a spiccare il volo, per mare, per terra o per aria, chi lo sa…
 
Incuriosito l’ho aperto e con piacere ho scoperto che si trattava della presentazione dell’ultima edizione del Festival IT.A.CA’, il Festival del Turismo Responsabile, che dal 20 al 28 maggio avrà sede a Bologna, pur coinvolgendo  molte altre città italiane.
 
Quest’anno, oltre alla consueta offerta di incontri, camminate, biciclettate, percorsi, presentazioni di libri e mostre alla scoperta del nostro paese e del mondo, ci sarà Handyamo!, una giornata internamente dedicata al turismo accessibile, per la precisione domenica 28 maggio, presso lo spazio Dynamo, la velostazione di Bologna,aperta per l’occasione dalle ore 10 in poi.
 
Di quanto il viaggio sia importante e necessario per il nostro benessere ne ho ampiamente parlato nei miei precedenti articoli, questa volta perciò preferisco sottolineare il riscontro di un oggettivo passo in avanti nelle proposte che dal basso si stanno muovendo per favorire nel concreto itinerari, soggiorni e partenze davvero accessibili a tutti.
 
Quale priorità e strategie per portare l’accessibilità a standard di progettazione dei servizi turistici? Quali servizi, concetti e aperture occorrono perché le città diventino accessibili a ogni tipo di turismo?
 
Domande e presupposti importanti per consentire a tutti di viaggiare, che verranno esplorate e sperimentate nel corso di questa giornata.
 
Si comincia alla mattina con il seminario “Il Turismo Accessibile a Bologna”, che coinvolgerà numerose realtà del territorio in uno scambio di buone pratiche, rivolte alla definizione di percorsi di rete. Il pomeriggio prosegue con due incontri a cura del Progetto Calamaio di Coop. Accaparlante. Alle ore 15 il gruppo intervisterà il giornalista e viaggiatore con disabilità Fabrizio Marta, blogger di Rotellando su Vanity Fair, durante la presentazione della monografia “Dove non sono stato mai. Il viaggio tra immaginario, attese e possibilità” della rivista Hp-Accaparlante. A seguire, alle ore 16, preparatevi con i vostri bambini a salire a bordo del Trenino Arturo per un viaggio alla scoperta della relazione con la diversità.
 
Insomma, come vedete oggi le offerte si sprecano…Io nel frattempo, mentre salgo sulla mia barca-sommergibile, vi ricordo che per rendere davvero possibile il turismo accessibile bisogna che le persone con disabilità escano di casa, che si mettano in moto, che si presentino davanti agli alberghi, i paesaggi, i ristoranti, con l’idea di mettersi in gioco, di spostarsi e di far spostare pensieri e cultura. E così, come diceva Lucio Battisti “Sì viaggiare…Evitando le buche più dure…”.
 
E voi, sapete evitare le buche?  Scrivete a claudio@accaparlante.it o sulla mia pagina facebook.
 

di Claudio Imprudente

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati