SuperAbile







Yoga in sedia a ruote, le lezioni di Patrizia Saccà, bloccata alle Canarie per la pandemia

All’esplosione dell’emergenza sanitaria l’atleta paralimpica si trovava a Fuerteventura e, 4 mesi dopo, è ancora là: “Non trovo un aereo per tornare”. Intanto porta avanti la collaborazione con la Casa dei Risvegli da Fuerteventura, da dove denuncia: “Io isolata qui: le agenzie di viaggio ci aiutino”

28 giugno 2020

BOLOGNA – Si chiama Yoga a raggi liberi (YRL) ed è brevettato. È lo yoga per le persone in sedia a ruote, “molto più di una semplice pratica, un metodo che è una risposta a chi afferma: ‘no, tu non puoi fare yoga perché sei in carrozzina’”. A praticarlo – e a scriverlo nel suo libro “Yoga e meditazione per tutti” – è Patrizia Saccà, atleta paralimpica di tennis tavolo e insegnante di yoga che ha ideato il Saluto al sole – celebre posizione – da svolgere da seduti, “ma chiunque può praticarlo, anche solo per una pausa benefica”. Patrizia Saccà ha partecipato a centinaia di tornei internazionali, 4 Mondiali, 24 Europei e 2 Paralimpiadi (Barcellona e Pechino). Oltre all’agonismo, intende e vive lo sport come riabilitazione, portandolo nelle unità spinali. Come detto, è anche insegnante di yoga per persone con disabilità e non, per giovanissimi e anziani.
 
Lee sue lezioni di yoga sono arrivate anche sul canale YouTube e sul profilo Facebook de Gli amici di Luca Odv nella sezione Webenessere, pillole di benessere realizzate da istruttori e rivolti alla popolazione con disabilità dimesse dalla casa dei Risvegli Luca De Nigris e del territorio, iniziativa promossa durante la fase 1 dell’emergenza sanitaria per mantenere un contatto con i pazienti della struttura. Webenessere è realizzato in collaborazione con l’Azienda Usl di Bologna, il Comitato italiano paralimpico, il Cusb Bologna e si inserisce nel progetto sostenuto dalla Regione Emilia-Romagna Luca’s Community, attività sportive rivolte a una popolazione fragile e con disabilità in collaborazione con il Centro sportivo italiano Comitato di Bologna.
 
Sullo sfondo del video di Patrizia Saccà, l’orizzonte delle isole Canarie: l’atleta, infatti, è bloccata da mesi a Fuerteventura a causa della pandemia. “L’emergenza sanitaria ha messo in difficoltà tutto il mondo, e proprio questo è il momento di creare solidarietà – spiega –. Comprendo le difficoltà delle compagnie aeree con tutti i rinvii, ma almeno per chi deve rientrare nel proprio paese dopo mesi di forzata lontananza dalla propria famiglia sarebbe necessario usare un po’ di attenzione. È il momento di capire che il profitto non deve, necessariamente, essere messo sempre al primo posto. Mettiamoci gentilezza, perché come abbiamo visto in quarantena l’altro siamo tutti noi”.
 
Saccà ha comprato un biglietto Fuerteventura-Milano 20 giorni fa: “Fuerteventura è sicuramente un posto meraviglioso, ma la mia famiglia e i miei amici sono in Italia. Dopo 10 giorni mi hanno cancellato il volo, l’avevo pagato 189 euro. Programmano un altro volto due giorni dopo, a prezzi molto più alti, che non posso permettermi, considerato che qui a Fuerte ho pagato anche un affitto per 4 mesi. Aggiungo: se le agenzie sanno che il loro cliente è in sedia a ruote o ha una disabilità, perché ci fa compilare pile di moduli? Perché non ci mette un minimo di attenzione in più? Basterebbe una semplice telefonata”. Quando ai voli organizzati dalla Farnesina, “hanno prezzi esorbitanti e prevedono prima un viaggio in nave e poi due scali, nelle mie condizioni assolutamente inaffrontabili. Forse farei prima in canoa…”. Prossima data per un suo rientro, metà luglio: “Ma non mi sbilancio, vediamo cosa succede”.
 
“Appoggiamo e comprendiamo il suo sfogo – dice Fulvio De Nigris direttore del Centro Studi per la Ricerca sul Coma, Gli amici di Luca –. L’attenzione che le compagnie aeree devono riservare a tutti coloro che sono rimasti isolati in questa emergenza diventa ancora più essenziale quando si tratta di persone con una disabilità che hanno anche maggiori difficoltà”.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati