SuperAbile






In Tempo libero

Notizie


Dagli States a Bologna, c'è la radio delle "diversità"

Prende il via Outside radio, emittente web gestita da nove giovani speaker di Bologna, tra cui anche Giovanni, un ragazzo di 20 anni, con bisogni educativi speciali

13 febbraio 2020

BOLOGNA - Una radio racconta storie di diversità per riuscire a sentirsi, invece, meno diversi. Si tratta di Outside radio, emittente web gestita da nove giovani speaker di Bologna, tra cui anche Giovanni, un ragazzo di 20 anni, con bisogni educativi speciali ('special needs'). E' proprio grazie alla forza di volontà di Giovanni e di suo padre Alberto (e anche un po’ al destino del 'posto giusto al momento giusto’) che nasce Outside radio.
 
Tutto inizia lo scorso agosto, quando Giovanni frequenta un corso d'inglese alla William Paterson University, in New Jersey, dove partecipa ad un corso di broadcasting alla Brave New Radio, l'emittende del college. Dopo solo 15 giorni, Giovanni riesce a tenere la sua prima trasmissione, intrattenendo il pubblico per circa un ora, in lingua inglese. Per lui si tratta di "un'esperienza straordinaria" tanto che, una volta tornato a Bologna, grazie alla nuova esperienza maturata negli Stati Uniti mette in piedi una web radio, con l'aiuto di otto compagni di classe. La radio ha l'obiettivo di "far emergere i valori della diversità, non solo in termini di difficoltà da superare (e superate) ma anche di modi di descrivere la realtà”, spiega papà Alberto, che ha avuto un ruolo chiave nel percorso. Visto l'entusiasmo del figlio, Lenzi è partito alla volta dell'America per incontrare i dirigenti di Brave New che non è soltanto una radio del college, bensì un'emittente pluripremiata: nel 2018, ad esempio, si è aggiudicata il Nab Marconi, considerato l'Oscar della radio, come migliore radio non commerciale dell'anno. Da lì, l'accordo: Bologna e New York saranno più vicine grazie ad una collaborazione diretta oltreoceano e allo scambio di materiali interessanti da trasmettere nelle rispettive puntate. La 'connessione’ è partita in occasione del lancio di Outside Radio, giovedì 13, dalle 14 alle 17. La scelta di partire con Outside radio proprio in questo giorno non è casuale: il 13 febbraio è la Giornata mondiale della radio e, per celebrarla al meglio, la Fondazione Guglielmo Marconi di Bologna apre le porte della 'sua’ Villa Grifone, residenza storica di Marconi, che per un pomeriggio diventerà lo studio radiofonico dei ragazzi.
 
"Un'occasione in più per festeggiare i 125 anni dal primo esperimento che il giovane Guglielmo, a soli 21 anni, fece dalla finestra della propria camera", spiega Gian Carlo Corazza, presidente della fondazione. L'obiettivo di Outside radio, che da domani si potrà seguire su outsideradio.it  , è "l'accettazione della diversità, considerandola come valore aggiunto, così come lo è l'amicizia per Giovanni", spiega Lenzi. Infatti, gli speaker sono tutti compagni di classi di Giovanni, che hanno imparato i trucchi del mestiere insieme a lui grazie ai corsi dello staff del teatro dell'Argine di San Lazzaro di Savena. "In un'epoca in cui la programmazione della radio commerciale è omogenea e noiosa, la missione di Brave New Radio è quella di essere coraggiosa nella scelta della musica che proponiamo e di assumersi rischi", dice Rob Quicke, direttore generale della College Radio Foundation, che ha da subito sostenuto il 'sognò di Giovanni.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati