SuperAbile






In Tempo libero

Notizie


“Se sembra impossibile, allora si può fare”: arriva la Barbie di Bebe Vio

Per celebrare i 60 anni dell'intramontabile bambola, Mattel ne dedica una alla campionessa paralimpica di scherma. “Solo il 28% degli atleti sono donne. Per ispirare il cambiamento, presentiamo alle bambine sempre più modelli di ruolo positivi”

29 novembre 2019

ROMA - “Se sembra impossibile, allora si può fare!”: è il motto di Bebe Vio, che oggi “diventa” Barbie, per“ispirare il potenziale infinito che c’è in ogni bambina”: è l'obiettivo educativo della bambola dai mille volti e dagli infiniti abiti, intramontabile dopo 60 anni di vita. E nel celebrarli, la Mattel ha scelto proprio di dedicare un'attenzione alle donne che hanno superato ogni limite e sfidato le barriere. “MoreRoleModels” è lo slogan della collezione celebrativa, che ha visto la bambola prendere le sembianze ora di Samantha Cristoforetti, ora di Frida Kahlo, ora di tante altre celebrità, più o meno note, tutte rigorosamente donne. Ultima arrivata non certo in ordine d'importanza, è Bebe Vio, l'atleta e campionessa di scherma paralimpica che proprio in questi giorni fa la sua comparsa tra queste bambole da collezione.
 
“Guarda mamma, I'm a Barbie Girl – scherza l'atleta sui social - Non posso ancora crederci! Da piccola mi divertivo ad "infilzare" Ken facendo tirare di scherma la mia Barbie. Era il mio modo per convincermi che l'astuzia e la tecnica potessero annullare le differenze fisiche con il bambolotto maschio. Oggi, il solo pensiero che qualcun altro potrà farlo con il mio personaggio mi riempe il cuore e mi ricorda la responsabilità che ho nei confronti di molti bambini. Spero di non tradirvi mai e di poter essere sempre più una fonte d'ispirazione”.
 
A lanciare la nuova Barbie, c'è il video che mostra Bebe Vio accanto a Chitra, 8 anni, giovane atleta di Art4Sport, la onlus che, ispirata a Bebe Vio, promuove l 'incontro tra disabilità e sport. “Solo il 28% degli atleti sono donne. Per ispirare il cambiamento, presentiamo alle bambine sempre più modelli di ruolo positivi”, recita il cartello che apre il video. “Cosa mi piace di lei? E' sportiva come me, sorride sempre e tutto quello che non si può fare lei lo fa”, dice di Bebe la piccola Chitra. E Bebe le svela il segreto: “Bisogna crederci tantissimo”. Per questo, le bambine hanno bisogno di modelli: “Immaginare di poter essere tutto ciò che desiderano è solo l'inizio. Vedere che possono riuscirci davvero fa la differenza. Barbie può essere tutto ciò che desideri”, conclude il video.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati