SuperAbile






In Tempo libero

Notizie


A Milano va in scena il design senza barriere e inclusivo

All'interno della Milano Design Week, si terrà alla Fabbrica del Vapore "Design No Brand", evento in cui creativi e artigiani proporranno progetti che coinvolgono migranti o persone con disabilità

8 aprile 2019

MILANO - Dal 9 al 14 aprile, in occasione della Milano Design Week, al Padiglione Messina 2 della Fabbrica del Vapore, si terrà "Design No Brand", l’evento dove creatività, ricerca stilistica e nuovi materiali si fondono con i principi dell’economia circolare, dell’inclusione sociale e della sostenibilità, organizzato da Milano Makers, Giacimenti Urbani, Mediterranea e T12-lab. Architetti, artigiani, artisti, designer indipendenti e makers proporranno idee, progetti e prodotti innovativi, legati anche alla sostenibilità, sia per le materie prime utilizzate che per le applicazioni di uso. Prodotti di alta manifattura che rispondono all’esigenza di un design per tutti, senza barriera alcuna e valorizzano l’integrazione sociale. T12-lab presenterà Void: una selezione di oggetti di arredamento in acciaio realizzati con i materiali di scarto provenienti dall’azienda Abert (www.abert.it). In particolare gli sfridi di lavorazione di Abert si trasformeranno in oggetti per la tavola di uso quotidiano illuminati da sculture metalliche. La realizzazione dei manufatti avviene attraverso corsi di formazione per le persone sorde. Milano Makers e Das16.8 proporranno Digital Wood-Carnia, collezione di piccoli complementi d’arredo realizzati con gli abeti provenienti dai boschi della Carnia (danneggiati dalle avversità atmosferiche dello scorso autunno) da un team di aziende artigiane del luogo e utilizzando le più recenti tecnologie digitali.
 
Contaminazione, inclusione, condivisione, ma anche versatilità, flessibilità e resilienza. Queste sono le parole chiave di Word Made Design: oggetti di urban design costruiti con tecniche semplici e materiali poveri e di scarto realizzati grazie a progetti di inclusione sociale e lavorativa di un gruppo di giovani richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale e umanitaria, in collaborazione con designer, artisti, grafici e paesaggisti. Il progetto è a cura di Mediterranea, associazione non profit che ha la sua sede in un parco nel cuore di Roma, di proprietà della Congregazione della Missione.
 
Ad animare gli spazi della Fabbrica del Vapore, tanti eventi, laboratori per grandi e piccoli, performance come il Restart Party, per imparare a riparare vecchi apparecchi elettronici grazie ai consigli degli esperti di PCOfficina e Restarter Milano (domenica 14 aprile dalle 10 alle 14, gratuito), seguito da “Diritto alla riparabilità”, incontro dedicato all’importanza della possibilità di riparare gli oggetti. Teatro e design si incontrano all’interno della performance inclusiva Side by Side: i performer di Laboratorio Silenzio, gruppo teatrale composto da sordi e udenti, attraverso le “sedute relazionali” realizzate da T12-lab animeranno lo spazio del padiglione Messina 2, sperimentando forme di silenzio condiviso, creando interazioni con gli oggetti e invitando il pubblico a una partecipazione attiva, alla riscoperta di sé stessi, del proprio corpo, dell’altro. Il tutto rigorosamente in silenzio (sabato 13 e domenica 14 aprile alle 17, costo di partecipazione 5 euro).
Anche i bambini potranno apprendere nozioni di sostenibilità attraverso il gioco-laboratorio per piccoli designer “Giro Giro Tondo, Casca il Mondo, Casca la Terra, tutti giù per terra”, in cui potranno imparare a progettare dei giochi. I prototipi costruiti durante il laboratorio diventeranno parte una collezione di design realizzata in legno e ferro. Seguirà merenda bio a cura di Mediterranea in collaborazione con Gustolab International Food System e Sustainability (Sabato 13 aprile alle 15, costo di partecipazione 5 euro). Non mancheranno anche show cooking, degustazioni e happy hour a cura del Consorzio di vini del Monferrato e della Condotta Slowfood di Casale Monferrato. (dp)

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati